Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.
La scatola dei ricordi

Bando Futuro Passato 2022

Futuro Passato ricordare la memoria è un progetto che coniuga formazione, creazione e produzione. La memoria, tema portante dell’operazione, sarà declinata sotto ogni suo aspetto. Partendo dallo studio della sua funzione psichica e neurale, investigheremo il suo processo sociale, il suo legame con la Storia passata e recente e la crisi delle forme nel ricordo pubblico, le sue trasformazioni legate alle tecnologie per poi passare alla memoria dell’intimo e ai suoi caratteri di rassicurazione, no all’oblio. Affrontare il tema della memoria nasce dall’esigenza di chiarire e analizzare in profondità lo spazio e il tempo in cui siamo immersi e travolti e rimettere al centro la componente relazionale. Guardare al futuro consapevoli del ricordo passato, guardare al futuro ri ettendo e depositando ognuno in se una ri essione su quanto avvenuto negli ultimi anni. Ricordare la memoria di come si era prima per migliorarsi e superare quella tanto invocata e apparente normalità. Il linguaggio teatrale, mezzo di comunicazione che vive ancora principalmente del ricordo e delle emozioni del pubblico nel qui e ora del suo manifestarsi e il cui scheletro ha come spina dorsale la memoria, ci aiuterà a porci domande e ad indagarle. L’indagine si svilupperà attraverso dei laboratori che metteranno insieme professionisti teatrali, della danza, psicologi e operatori socio sanitari, così da far interagire l’azione culturale con il ruolo dei servizi sociali territoriali. Assieme agli psicoterapeuti e agli operatori socio sanitari, ci addentreremo alla scoperta degli aspetti strutturali, di funzione e patologici della memoria. Comunicheremo con tutti coloro che prenderanno parte ai laboratori, ascolteremo le loro storie, dialogheremo sul futuro, faremo domande e rianalizzeremo il passato tenendo come centro la ricerca e il confronto intergenerazionale.

Futuro Passato cerca un approccio diretto con la comunità per far nascere dalla sua analisi testi di drammaturgia contemporanea espressione del nostro patrimonio culturale immateriale e mira con l’uso di tecnologie digitali ad aprire nuovi campi di promozione, diffusione e interazione. La piattaforma Sonar permetterà inoltre di far interloquire i drammaturghi con una comunità digitale ponendo domande o postando ri essioni così da alimentare i contenuti e nello stesso tempo lavorare su di una molteplicità di risposte che restituiranno uno squarcio del reale e di come si percepisce oggi la memoria dando vita ad un luogo di condivisione, di testimonianze e ri essioni generando un’opera digitale partecipata della memoria stessa.

I testi realizzati saranno raccolti in un unico volume, pubblicati e promossi presso pubblico, operatori e critici e saranno disponibili anche in formato digitale all’interno della piattaforma Sonar. Uno dei testi vincerà il premio di produzione. Agli altri tre sarà garantita la presentazione al pubblico e agli operatori del settore in forma di lettura scenica.


Per qualsiasi informazione sul bando puoi scrivere a info@tinaos.com

I vincitori

La giuria all'unanimità dichiara vincitori del progetto Caroline Baglioni, Alessandra Di Lernia, Jacopo Giacomoni e Alice Torriani con la seguente motivazione:
«Rinnoviamo il ringraziamento agli/lle autori/ici che hanno partecipato al bando, la qualità dei testi inviati è in media molto alta e ogni scritto è assolutamente degno d'interesse. Ciò conferma la vitalità e il potenziale della drammaturgia italiana, che ci auspichiamo trovi sempre più spazio nei circuiti teatrali. Riguardo alle scelte che hanno portato alla selezione dei/lle quattro autori/ici che prenderanno parte a “Futuro Passato – ricordare la memoria”, esse vanno nella direzione di creare un team di lavoro il più possibile omogeneo, intergenerazionale, in grado di collaborare alla riuscita dell'intero progetto. La giuria ha optato per quattro autori/autrici che abbiano già una buona familiarità con la pratica scenica, anche nelle vesti di attore/attrice, portando così valore aggiunto all'indagine sul campo, fondamentale per la natura peculiare di questo bando. Inoltre riteniamo ciascuno dei selezionati già in possesso di un proprio, originale linguaggio teatrale, potenzialmente fecondo per un progetto legato al tema della memoria, declinabile in più aspetti, anche formali oltreché di contenuto; un processo di indagine sull'innovazione drammaturgica che ci pare già insito nel lavoro e nel curriculum artistico dei selezionati, che ci auguriamo si traduca in un’occasione per dare loro anche un meritato e maggiore risalto in termini di visibilità e di fruizione pubblica».

I vincitori
da sinistra Caroline Baglioni, Alessandra Di Lernia, Jacomo Giacomoni e Alice Torriani

I semifinalisti

La giuria all'unanimità, vista l'ampia partecipazione e l'elevata qualità, ha ritenuto opportuno estendere la rosa dei selezionati da 10 a 12 per la seconda fase del bando.
Di seguito i nomi dei dodici candidati che passano la prima fase di selezione:

Alessandra Di Lernia

Alessandra Di Lernia (Roma, 1974), è drammaturga, interpret... continua

Alice Torriani

Alice Torriani si diploma all’Accademia D’Arte Drammatic... continua

caroline baglioni


Attrice e autrice nata a Perugia, lavora in Purifica... continua

Eliana Rotella

Eliana Rotella si laurea con il massimo dei voti presso l'Un... continua

Elvira - Scorza

Elvira Scorza, Cosenza 1992. Dopo la maturità classica cons... continua

Emanuele D'Errico

Emanuele D'Errico nasce a Napoli l'8 maggio del 1995 e si di... continua

Fabio Pisano

Nasco a Napoli il ventisette settembre del 1986. Mi laureo i... continua

Giulia Cermelli

Nasce ad Alessandria nel 1996. Conosce il teatro al liceo e ... continua

Jacopo Giacomoni

Laureato in Filosofia con una tesi sull’esistenza dei pers... continua

Marco Morana

Marco Morana ha frequentato la scuola di teatro Teatès di M... continua

Nicolò Sordo

Nicolò Sordo, originario di Colà, località di villeggiatu... continua

Roberto Simonte

Classe 85
Laurea dams con tesi su Kantor.
Dram... continua