Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Le brugole

Sede: Milano
Sito internet: http://
Telefono sede:
Referente: Annagaia Marchioro
Telefono referente: 3387819563
Email referente: lebrugole@gmail.com

La compagnia teatrale “Le Brugole” nasce come gruppo di lavoro nel 2010 ed è tutta al femminile. Inizialmente composta da due attrici: Annagaia Marchioro e Roberta Lidia De Stefano, e da due autrici e drammaturghe: Giovanna Donini e Francesca Tacca. Il luogo di incontro è stato la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi ed un fortissimo desiderio di lavorare assieme e costruire realtà. Nell’aprile 2013 da gruppo la compagnia si è costituita formalmente come associazione culturale, e sono entrate a far parte altre tre donne: Valeria Costantin (attrice), Emanuela Naclerio (organizzatrice) e Valentina Malcotti (attrice). Oltre all’unico uomo del gruppo, Vittorio Borsari (regista).
Nel 2012 lo spettacolo “Metafisica dell’amore” vince il premio alla drammaturgia Scintille, del Festival di Asti. Con questo spettacolo Le Brugole partecipano a numerosi Festival e presentano lo spettacolo in numerose stagioni di teatri italiani.
Nell’autunno 2012 nasce la seconda produzione di compagnia: “Boston Marriage - Amori Impossibili” con la regia di Vittorio Borsari. Il testo è dell’autore contemporaneo David Mamet. Con questo spettacolo la compagnia viene selezionata tra le dieci compagnia under 30 del PlayFestival del Teatro Ringhiera, in collaborazione col Piccolo Teatro di Milano.
Nell’autunno del 2014 per la rassegna Illecite Visioni al Teatro dei Filodrammatici, la compagnia presenta la nuova produzione “Diario di una donna diversamente etero”, testi di Giovanna Donini e regia di Paola Galassi.
Le tematiche affrontate dalla compagnia fino ad ora riguardano l’universo femminile con un attenzione particolare alle tematiche omosessuali. L’interesse è orientato al presente portando sempre la ricerca verso ciò che sentiamo necessario e che ci riguarda. Abbiamo scelto un teatro che utilizza il comico come strumento per arrivare a parlare a qualsiasi tipo di pubblico, affrontando però tematiche complesse e tutt’oggi poco accettate in Italia.

Spettacoli caricati