Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Studio per CARNE DA MACELLO

Banned Theatre
Regia: FERRANTE/DE GRANDI
Drammaturgia: MICAELA DE GRANDI E VALENTINA FERRANTE
Attori: Elisabetta Anfuso, Giovanna Criscuolo, Micaela De Grandi, Valentina Ferrante, Laura Giordani e la partecipazione della sessuologa Susanna Basile
Trailer: Link
Anno: 2017

Donne di plastica o avvolte nella plastica. Donne inguainate, bendate, coperte per non essere guardate. Bambole intontite, merci da scaffale, scoperte per essere ammirate. E poi prese, usate, chiuse nel sacco della spazzatura e gettate. Si fa ciò che si vuole di una donna, di una femmina. Giornali e televisioni mercificano il suo corpo, lo sentiamo dappertutto, è suggerito in ogni immagine, in ogni parola. Qualcosa non va ma inaspettatamente ci stiamo e siamo tutti vittime e tutti carnefici. L’uomo che ama e fa e disfa, la donna che ama e lascia fare. Ma l’amore no, non è possesso, non prevede gerarchie! Quello è il retaggio di una cultura maschilista che all’apparenza non è più ma che nella sostanza ci pervade. Ciò a cui lo spettatore, suo malgrado, assiste ogni giorno attraverso il martellante tam tam mediatico, gli verrà svelato nel profondo. Adesso, in questo luogo, chi vorrà vedere dovrà armarsi di coraggio e guardare oltre quel muro trasparente che lo separa dall’orrore. Uno squarcio nell’inferno della nostra realtà “surreale”. E siamo proprio noi le vittime di una società che ci aggredisce brutalmente con immagini e dettagli orrorifici e che rivende il dolore altrui patinandolo e rendendolo quasi seducente. E’ il viaggio nel teatro scomodo, quello dell’animo umano, e nell’orrore della moderna coscienza sociale.

Altri crediti: Musiche e paesaggi sonori: Luca Mauceri
Canzoni scritte ed interpretate da Betta
Costumi: Nunzia Capano
Aiutoregia: Raniela Ragonese

Produzione: BANNED THEATRE in collaborazione col Teatro Stabile di Catania

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Spazio scenico
CHIOSTRO CON COLONNATO MA ANCHE PALCOSCENICO

Impianto luci
LED, PC, in numero variabile a seconda dello spazio

Impianto audio
6 MICROFINI ARCHETTO
1 MICROFONO GELATO
CASSA MONITOR
CASSE AUDIO

Tempo montaggio
1 ORA MONTAGGIO
1 ORA SMONTAGGIO

Referente tecnico
Micaela De Grandi
BANNED THEATRE nasce a Catania nel febbraio del 2014 ed è una compagnia indipendente che svolge la propria attività su tutto il territorio nazionale. Ha collaborato e coprodotto diversi spettacoli con vari enti e festival di grande prestigio quali il Teatro Stabile di Catania, il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache, I ART, il Teatro Lelio di Palermo, il Teatro dei Due Mari di Messina, Teatri di Pietra Sicilia. Oltre all'attività di creazione e produzione Banned Theatre ha un occhio di riguardo per la formazione ed ha organizzato diversi workshop.
SPETTACOLI TEATRALI:
2014 STORIA DI UNA CAPINERA mise en espace dell'omonimo romanzo di Giovanni Verga, realizzata per la manifestazione “Una notte al museo” del Comune di Catania – regia Ferrante/De Grandi;
2014 DOSTOEVSKIJ CARNAVAL tratto da “Dostoevskij trip” di Vladimir Sorokin, scrittore russo bandito da Putin, spettacolo finalista al Roma Fringe Festival 2014 – regia Valerio Tambone;
2014 LA VIE D’ARTISTE RACCONTATA DA MIA NIPOTE sullo scrittore catanese Ercole Patti, prodotto col patrocinio del Comune di Catania e andato in scena al Castello Ursino – regia Valentina Ferrante;
2015 SEGNI DI MANI FEMMINILI storia delle comunit ebraiche in Sicilia nel medioevo, scritto e realizzato per I ART al Palazzo della Cultura di Catania e rappresentato alla giudecca di Siracusa, al Teatro Lelio di Palermo, al Teatro Margherita di Caltanissetta, vincitore del Premio Nazionale Citt di Leonforte 2016 “Gradimento del Pubblico”, spettacolo attualmente in programmazione nelle scuole siciliane – regia Ferrante/De Grandi;
2016 LYSISTRATA da Aristofane, realizzato in collaborazione con il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2016, andato in scena nei maggiori teatri siciliani, al Teatro Arcobaleno di Roma e nel circuito Teatri di Pietra Sicilia - regia Ferrante/De Grandi;
2017 STUDIO PER CARNE DA MACELLO spettacolo sul femminicidio prodotto in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania (premiato per “l'importante valenza sociale ed educativa nel raccontare con emozione la cruda realt del femminicidio e della violenza di genere” durante la manifestazione "Canalicchio sotto le stelle”) - regia Ferrante/De Grandi;
2017 LE NUVOLE da Aristofane nato in collaborazione con il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2017, andato in scena nel circuito Teatri di Pietra Sicilia e nei maggiori teatri siciliani – regia Ferrante/De Grandi;
2018 LA FESTA DELLE DONNE da Aristofane nato in collaborazione con il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2018 – regia Ferrante/De Grandi;
2019 TIVVU' NON MI PIACI PIU'! spettacolo per le scuole elementari coprodotto con il Teatro Lelio di Palermo – regia Ferrante/De Grandi;
2019 PROMETEO -Tragicommedia da Eschilo e Gide, in tournée nel circuito Teatri di Pietra Sicilia e prossimamente nella stagione 2019/20 del Teatro Arcobaleno di Roma – regia Ferrante/De Grandi. WORKSHOP:
7 CALCI IN CULO e THE MANHATTAN PROJECT laboratori di recitazione condotti da Valerio Tambone; DIZIONE E PUBLIC SPEAKING condotto da Mauro Maria Amato;
LABORATORIO DI VOCE ED IN-CANTO CONSAPEVOLE condotto da Flavia Vallega Krystael; WORKSHOP DI TECNICA VOCALE condotto da Melania Giglio.
La missione della compagnia punta alla creazione artistica in pi forme, soprattutto quella teatrale, trovando nei suoi artisti le peculiarit pi differenti e le competenze idonee alla divulgazione culturale con l’obiettivo concreto, date le esperienze internazionali, di portare il proprio lavoro a misurarsi col pubblico delle diverse nazioni. Collaborano con Banned Theatre attori professionisti provenienti da tutta la Sicilia, il musicista e compositore di fama nazionale Luca Mauceri, il videomaker Alessandro Aiello (fondatore di Cane Capovolto), il pittore cubano Manuel Lopez Oliva.
La connotazione artistica del gruppo volta alla ricerca ed alla conoscenza delle culture di tutto il mondo, cercando nelle letterature di ogni latitudine, nelle musiche di ogni paese, nella cultura dei popoli pi lontani, oltre che nella propria, la fonte della sua creativit . Questo si traduce nella scelta di testi di prosa da rappresentare molto rari o di testi scritti dai membri stessi della compagnia durante la loro ricerca, che parlino una lingua propria ed originale. La formazione e la ricerca sono i pilastri del progetto Banned Theatre.