Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Pippo vola sulla città

Teatro U
Regia: Federica Di Rosa - Davide Stecconi
Drammaturgia: Federica Di Rosa - Davide Stecconi
Attori: Veronica Franzosi
Anno: 2015

PIPPO VOLA SULLA CITTA'
di Federica Di Rosa e Davide Stecconi
liberamente ispirato all'omonimo libro di Antonio Quatela
Le testimonianze di uomini e donne che sono stati bambini a Milano durante la Guerra -raccolte nel libro di Antonio Quatela - divengono spunto per la creazione di un racconto teatrale autonomo. Radio Onda Clandestina è il filo conduttore dello spettacolo. E’ una radio che si rivolge a un pubblico di bambini e ragazzi, e racconta storie di alcuni loro coetanei che vivono a Milano durante la seconda Guerra mondiale. Ragazzi che giocano per le vie devastate dale macerie, che invadono i prati di
periferia per una partita di pallone, che ascoltano la musica anche per non sentire il rumore delle bombe.In questa radio si può ascoltare e cantare anche musica proibita, canzoni come “Crapa pelada” e
“Maramao perché sei morto”, censurate dai fascisti per timore che possano nascondere messaggi segreti, oppure perché mettono in ridicolo il regime. E “Questi sono tempi in cui anche ridere è roba da matti, roba che non si può ”. Radio Onda Clandestina ci racconta una storia nella Storia. C’è un antagonista, Pippo, un aereo misterioso e solitario che di notte se ne va in giro sulla città. Al grido di “Arriva Pippo !”infatti tutti si chiudono in casa o corrono nei rifugi. E bisogna spegnere tutte le luci, perché dove vede luci accese Pippo “sgancia un confetto… cioè una bomba” .
Ma chi è questo Pippo? Un nemico o un amico? Un messaggero di pace o un messaggero di morte?
E naturalmente, ci sono i protagonisti: Libero, Luigi, Lidia, il Mentina, il Sidela, il Testina e tanti altri. “A noi ragazzi non dicono niente, ma certe cose noi le vediamo lo stesso. Certe cose non sono
quello che sembrano ”: è per scoprire come stanno davvero le cose e per riprendersi la loro città che questi ragazzi formano una “banda”,si danno appuntamento in un posto segreto e decidono di fare la loro “Resistenza”. Alcuni vogliono raggiungere i partigiani sulle montagne, altri rimangono in città per distribuire volantini di propaganda, altri ancora stazionano in punti strategici per osservare i movimenti di Pippo. Radio Onda Clandestina ci fa ascoltare le loro voci e le voci della città, il rumore delle sirene e le canzoni, la paura delle bombe e il desiderio di libertà, La sua voce ironica e tagliente ci porta fino alla giornata piùimportante : il 25 aprile 1945.Da quel giorno Pippo non volerà più.
Un’attrice dà corpo e voce al racconto teatrale che si sviluppa nell’arco di un’ora, facendo vivere ai ragazzi l’attualità e la forza della nostra Storia.
Lo spettacolo si muove tra diversi stili di narrazione, musiche e canzoni cantate anche dal vivo, danze e giochi, proiezioni di immagini di archivio e caricature irriverenti in stile fumettistico, cartoons dei personaggi storici più conosciuti.

Produzione: Teatro U

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    1 videoproiettore (con cavo collegabile al mac)
    - 1 schermo per proiezioni su fondale

    spazio min 4x4

    Impianto luci
    - 1 prolunga e attacco per lampadine
    1 piazzato caldo
    - 2 fari dx (gialli)
    - 2 fari sin (con gelatina rossa)
    - 1 hot spot centrale ghiaccio

    Impianto audio
    2 microfoni con 2 aste
    - 1 attacco per terzo microfono (della compagnia)
    - 1 mixer audio (con cavo per computer mac)

    Tempo montaggio
    1h30 montaggio
    1h smontaggio

    Referente tecnico
    Davide Stecconi 3473894434
    Teatro U nasce dall'incontro di due drammaturghi, Federica Di Rosa e Davide Stecconi, che nel 2006 scrivono e dirigono insieme un gruppo di richiedenti asilo politico, e con loro mettono in scena Chiedo asilo alla luna, fiaba contemporanea che nace da storie vere. La compagnia prende il nome da quello di uno dei personaggi di questo spettacolo: U.
    Insieme, realizzano spettacoli per adulti come Nodi (con Francesca Debri, vincitrice del premio come migliore attrice al Roma Fringe Festival 2012), per bambini come "Amico Immaginario Cercasi" (con Francesca Botti; in questo spettacolo Federica Di Rosa è autrice del testo e Davide Stecconi delle musiche). Il loro ultimo lavoro è "Pippo vola sulla città", che ha debuttato ad aprile 2015 al Teatro Eduardo di Opera.
    Federica Di Rosa- drammaturga e regista- e Davide Stecconi - drammaturgo, reagista e videomaker- hanno lavorato e lavorano anche autonomamente con diverse realtà teatrali come il Teatro Franco Parenti di Milano, il Teatro Coccia di Novara, il Teatro dell Tosse di Genova e con associazioni teatrali come Zona K e FormattArt.