Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Caro Babbo Natale

Clown off
Regia: Antonio Casonato e Rossella Raimondi
Drammaturgia: Antonio Casonato
Attori: Antonio Casonato e Rossella Raimondi
Trailer: Link
Anno: 2019
Adatto a: per tutti
La vigilia di Natale è arrivata, tutto è pronto per la festa più attesa dell’ anno, Lucia come tutti i bambini del mondo vorrebbe che fosse già domani. Di dormire non ne vuole sapere, anche perché si è dimenticata di scrivere la letterina a Babbo Natale. Inizia così un viaggio tra sogno e realtà fino al Polo Nord alla ricerca della cassetta postale dove imbucare la lettera prima che sia troppo tardi. Incontrerà un re Magio disperso, una cicogna festaiola, una foca giocherellona ma alla fine riuscirà nella sua missione. Ma perché tutti i bambini scrivono la lettera a Babbo Natale’, solo per ricevere i regali? Ma in fondo chi è Babbo Natale? Il viaggio al polo nord diventa l’ occasione per una bambina che sta crescendo di interrogarsi, di riflettere sul significato simbolico dei regali e il proprio rapporto con le persone che le stanno vicino.

Generi: Teatroragazzi (3-8)

Tags: natale, comicità

Altri crediti: selezionato per stagione teatrale Cineteatro Juventus di Colorno (RE)

Produzione: clown off

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Non è stata caricata nessuna recensione

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Siamo attori con naso rosso, ci sentiamo clown, clown legati alla tradizione circense senza mai aver lavorato al circo. Clown off perchè lontano dal luogo canonico del clown, il circo appunto ma pur non appartenendo a nessuna famiglia circense, ci è stata tramandata la clownerie con i suoi segreti non scritti in nessun libro di testo. Clown off quindi clown lontano appunto in cerca di spazi alternativi dove ricreare la stessa magia, dalla strada al palcoscenico, alla ricerca di ritmi, di linguaggi più moderni, ma con la stessa carica comunicativa da cui scaturisce sempre una dirompente comicità. Il nostro è il tentativo di portare in scena il personaggio del clown della tradizione circense con le sue gag “classiche” e immortali ma sempre attuali.
E’ un lavoro di ricerca personale alla scoperta del proprio clown interiore che prende vita in scena con semplicità, genuinità, di spettacolo in spettacolo, indossando la maschera più piccola del mondo, il naso rosso appunto il nostro strumento di lavoro quotidiano. Questo ci ha portato alla scoperta in prima persona della figura del clown con la sua poesia così carica di fragilità umana, di sensibilità che desideriamo condividere con il pubblico che incontriamo nel nostro cammino. L’operazione artistica eseguita, se vogliamo, è la teatralizzazione della figura più classica del Clown circense attraverso una quindicennale esperienza conuigandola a temi e storie tipiche del teatro ragazzi e del teatro di strada. I nostri personaggi riescono a mettersi in ridicolo senza mai scadere nella volgarità e siamo convinti che i nostri spettatori divertendosi possano trovare spunti di riflessione sulla propria natura umana.

I membri della compagnia Antonio Casonato, Massimiliano Landolina sono attori professionisti che hanno frequentato le scuole milanesi di recitazione e mimo Quelli di Grock . Hanno incontrato maestri come Bano Ferrari di Naviganti Sognatori, Carlo Rossi della Filarmonica Clown, il Clown argentino Hector Malahmud, Jango Edwars.