Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

LA FABBRICA DEI BACI

intrecciteatrali
Regia: ROBERTO ANGLISANI
Drammaturgia: ANGLISANI-GOSETTI-BRUNIALTI
Attori: VOCE: ANDREA GOSETTI VIOLINO: SARAH LEO ORGANETTO: MASSIMO TESTA
Trailer: Link
Anno: 2018

Uno spettacolo tra musica e parola che condurrà il giovane pubblico, e quello adulto, in un'avventura particolare che farà emozionare e farà riflettere sul mondo in cui viviamo e sulla necessità di riconquistare quelle emozioni semplici che a volte sono difficili da esternare.

Pennino vive a Semprefreddo, un paese – potete immaginare – dove fa talmente freddo che per mangiare i ghiaccioli bisogna prima metterli nel microonde. E dove soprattutto si comperano i baci!
Comprare baci? Non si potrebbero semplicemente dare? eh no, perché a Semprefreddo hanno dimenticato da tempo come si dimostra l’amore…. e così la gente li compera al supermercato, chiusi nelle loro scintillanti scatoline.Pennino deve risolvere un problema: ha dimenticato che il giorno dopo è la Festa della Mamma E ora che i negozi sono chiusi, a Pennino non resta che entrare nella spaventosa fabbrica di Baci .Ma l’avventura lo porterà di fronte al grande mistero della città: come funziona davvero quella fabbrica? Quale progetto ha il suo temibile proprietario? E dov’è finito il papà di Pennino? Il lieto fine, come in ogni favola che si rispetti, è assicurato, ma non prima di aver esaurito una girandola di avventure che si susseguiranno fino alla grande scoperta finale, la più bella e inaspettata di tutte.

Produzione: cooperativa sociale il sorriso - intrecciteatrali

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Spazio scenico
PALCO 8X6
adattabile a spazi più piccoli
oscurabilità totale


Impianto luci
Fornitura elettrica: Min. 16 KW
Presa 64/32 a 3 poli più neutro più terra
protetto per l’impianto di illuminazione 



Impianto audio
2 casse acustiche
1 radiomicrofono
2 microfoni direzionali per strumenti
1 mixer 6 canali e ritorni spie


Tempo montaggio
montaggio 2 h 30 min
smontaggio 1 h 30 min

Referente tecnico
Andrea Gosetti


Siamo la Cooperativa Sociale il Sorriso e siamo nati nel 2004.
All’inizio sono molte le attività di cui ci occupiamo, ma poi piano piano iniziamo a crescere e specializzarci, e nasce il nostro gruppo conosciuto come IntrecciTeatrali.

La scelta del nome sta proprio nel nostro modo di essere e di fare: non abbiamo una linea fissa di pensiero e di lavoro, ma vogliamo rimanere aperti e lasciarci ispirare da incontri e confronti con altri artisti (ecco perché gli intrecci) che ci accompagnano per un pezzetto di strada e rafforzano la nostra ragnatela. Artisti, registi, musicisti che trovano nel nostro intreccio uno scambio di arte. Nascono così i primi spettacoli e le prime rassegne teatrali dedicate alle scuole.

Il nostro percorso comincia al teatro di Varese, poi però nel 2007 ci stabiliamo al teatro “San Giorgio” di Bisuschio grazie alla disponibilità di Don Silvano Lucioni, che ci ha permesso di lavorare e di iniziare il nostro viaggio sul territorio.

Ed ecco in teatro cominciano a nascere nuovi sogni e a concretizzarsi nuovi spettacoli e nuove rassegne; fino al 2009, quando l’incontro con il comune di Bisuschio dà vita al festival teatrale “Sogni all’Aria Aperta”, che diventa negli anni un evento di rilevanza, a cui hanno partecipato e continuano a partecipare tutte le scuole del territorio e della provincia. “Sogni all’Aria Aperta” ci regala la possibilità di vedere e vivere l’arte in Valceresio, portando diversi spettacoli tenendo sempre vivo il sogno di creare un polo culturale e artistico, un luogo di ritrovo, di vita e di arte, a cui ormai si affiancano molti giovani.

Questo lavoro attento, meticoloso e professionale ha dato vita poi a progetti più grandi, a cui gli enti pubblici si sono avvicinati con fiducia e stima.
Grazie a questo sostegno e fiducia, nascono “Sentieri di Pace”, un progetto di rivalutazione artistica e territoriale legato alla Prima Guerra Mondiale, seguito da circa diecimila persone; e “NO-SLOT”, un progetto legato al gioco d’azzardo che ha prodotto un cortometraggio e una campagna di prevenzione, .

Tutt’ora continuiamo ad occuparci di questi progetti, con l’aggiunta di laboratori teatrali, dedicati alle scuole. Questi laboratori toccano tematiche che portano i ragazzi ad affrontare i problemi legati alla loro crescita e al contempo diventano lo spunto per la creazione di spettacoli che, proprio per il linguaggio utilizzato, danno la possibilità di andare incontro alle esigenze di uno specifico pubblico. l gruppo sviluppa da anni progetti culturali di rilevanza, come il Festival “Sogni all’aria aperta”, la stagione teatrale “rido, piango penso e cresco”, “una poltrona a teatro” e “intrecci notturni”, e percorsi con musei per la valorizzazione del territorio attraverso percorsi ludico- formativi.