Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

On Line. Perchè proprio io?

Associazione Culturale Teatri Della Resistenza
Regia: Federico Raffaelli
Drammaturgia: Federico Raffaelli
Attori: Federico Raffaelli.
Anno: 2017

Scheda Artistica On Line. Perché proprio io?
Lo spettacolo nasce dalla necessità di raccontare le difficoltà degli adolescenti al giorno d’oggi.
Essi sono immersi in una società esigente, ma indifferente dove l’odio tracima da ogni parte. Le loro relazioni spesso sono legate alle chat, a internet, i ragazzi faticano a comunicare realmente le loro emozioni e i loro stati d’animo. Si crea così nel mondo in cui vivono, nell’ambiente che abitano continue prove di forza per apparire, vincere, prevaricare o semplicemente resistere. Si formano alleanze, clan, ma anche profonde e buie solitudini. Un ragazzo che non riesce ad inserirsi, che è inascoltato, incompreso e accumula le proprie difficoltà, può perdersi nell’autolesionismo o restare “impigliato” nella rete di internet.
Antioco, 13 anni, resiste al vento forte delle intemperie della sua vita, sostenuto dal coraggio e da un’amicizia particolare con Margherita. Quotidianamente viene sbeffeggiato, emarginato ma continua a resistere, fino a che non s’imbatte in Dario, il quattordicenne bullo che tutti amano e temono. Anche Dario ha delle difficoltà, dei problemi che nessuno conosce.
La vita di Antioco si complica improvvisamente, tutto per colpa di un video che inizia a girare senza controllo su tutte le chat.
Oggi Antioco è solo, solo con se stesso, guarda dall’alto la sua città e ripercorre molti momenti della sua vita; riuscirà a resistere o si lascerà andare?

Produzione: Associazione Culturale Teatri della Resistenza

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    Larghezza scena: 6 metri (adattabile)
    Profondità scena: 5 metri (adattabile)

    Impianto luci
    Impianto base:
    4/5 fari PC (Piazzato)
    3 Sagomatori (in alternativa PC)
    Luce wood

    (Nella versione più articolata, l'impianto prevede 2/3 PC o Par per controluce , 2 Par Led strobo)

    Impianto audio
    Casse esterne, cassa spia, un microfono cablato con asta, mixer audio, Computer per musiche.

    Tempo montaggio
    2/3 ore

    Referente tecnico
    Federico Raffaelli: fed.raffaelli@gmail.com
    Iacopo Bertoni: iacopo.bertoni@gmail.com
    La Compagnia Teatri della Resistenza (TdR) nasce nel 2004 in Toscana dalla volontà di 4 attori che avevano condiviso l'esperienza della Scuola Europea per Attori di San Miniato. Nei primi anni di vita la compagnia ha ideato e creato progetti artistici che si inserivano nel filone del Teatro Civile, il primo dei quali fu TURNI DI GUARDIA. Il lavoro ha riguardato il recupero e la messa in luce della storia della strage degli 83 minatori uccisi nel giugno del 1944 a Castelnuovo di Val di Cecina da reparti nazifascisti. Questo progetto ha avuto l'apporto produttivo, oltre che il contributo degli enti locali e regionali, di Volterrateatro ed Inequilibrio-Armunia. Negli anni successivi, 2008 e 2009, con il proseguire della propria attività di compagnia di teatro civile, essa è stata riconosciuta e sovvenzionata dalla Regione Toscana come “Giovane Compagnia”. Nel 2010 la compagnia ha deciso di evolvere la propria mission dedicandosi al Teatro Ragazzi sia dal punto di vista artistico che produttivo. Con questa scelta l'Associazione continua a trasmette i propri valori sociali e civili in quanto necessarie per la formazione e per il futuro delle nuove generazioni. Ciò ha portato a rinnovare il gruppo e ad arricchirsi di nuove competenze. Per quanto riguarda l'aspetto formativo, è iniziativa una fervida collaborazione con gli Istituti scolastici della costa toscana che dura tutt'oggi e che ha portato al coinvolgimento di migliaia di bambini in corsi di formazione teatrale a scuola. Al livello locale TdR da sei anni porta avanti un laboratorio di teatro per ragazzi dai 7 ai 12 anni dal titolo “Democrazia?!Giochiamocela!” presso il Teatro Rossini. Invece sull'aspetto produttivo, lo sguardo creativo si è posato su un argomento ancora non molto attraversato dal teatro italiano: il rapporto tra Teatro e Scienza. In questo ambito è iniziata la collaborazione con enti internazionali quali il Consorzio EGO-VIRGO, l'INFN (Istituto nazionale di Fisica Nucleare), Il Festival della Robotica e il Festival della Salute, che ha portato alla produzione di spettacoli per bambini e ragazzi con lo scopo di divulgare la cultura scientifica nelle giovani generazioni. Dal 2016 la compagnia programma la rassegna di matinee “Teatro per la Scuola” che si svolge nei locali del Cinema Teatro Nuovo di Pisa.