Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

X=Y

Teatro In Movimento
Regia: Anastasia Astolfi
Drammaturgia: Anastasia Astolfi
Attori: Anastasia Astolfi Daniele Pilli Elisa D'Eusanio
Anno: 2015

X=Y è uno spettacolo teatrale per ragazze e ragazzi, ma anche per adulti, sul rispetto delle donne, sull'educazione sentimentale, sulla cultura degli stereotipi, contro il femminicidio e la violenza di genere.
Ogni anno oltre cento donne vengono uccise in Italia da uomini che conoscevano o con cui, nella maggioranza dei casi, avevano avuto una relazione affettiva.
Il numero delle vittime è inaccettabile a riprova che il femminicidio è il frutto di una cultura del disprezzo per la libertà della donna e per la sua capacità di autoaffermazione.

Le differenze tra maschio e femmina sono innate naturalmente ma per certi versi accentuate e distorte da dinamiche culturali, antropologiche e sociali che si sono sviluppate nei secoli.
Un'educazione sulla differenza di genere, che faccia comprendere oltre alle differenze sessuali quanta “ideologia”, quanta prepotenza, quanta violenza, sono state esercitate a partire da questa differenza, è auspicabile se non necessaria. I ragazzi guardano ascoltano e assimilano tutto ciò che accade intorno a loro senza avere spesso gli strumenti per decodificarlo.
“Con lo spettacolo X=Y vogliamo rivolgerci ai giovani, agli adolescenti. Da loro dipende il nostro prossimo futuro - dice l'autrice – L’educazione sentimentale, il confronto sono ormai indispensabili in una società che nell'arco di nemmeno una generazione ha visto evolversi in direzioni sparse il modo di intendere il rapporto tra uomo e donna. Le donne sono cambiate tantissimo e gli uomini spesso non sembrano in grado di decodificare questo cambiamento”.

Un'accurata indagine sulla persistenza e sul rafforzamento dei condizionamenti culturali al ruolo di genere, insieme interviste fatte nell'arco di mesi con la collaborazione di SKUOLA.NET (media-partner del progetto) sul territorio nazionale ad adolescenti su argomenti legati all'amore e alla violenza (vista, inflitta e subita), che può scaturire da un'esperienza di coppia e dal confronto tra i generi, sono i due punti da cui nasce la drammaturgia di X=Y, un atto unico, asciutto, diretto ed emozionante.

Uno spettacolo teatrale ma anche una sorta di MANUALE che aiuterà i ragazzi a capire le differenze tra uomo e donna e a rispettarle profondamente.
Dopo lo spettacolo il pubblico sarà coinvolto in un dibattito dove interverranno legali, rappresentanti delle forze dell'ordine e psicologi.

TEATRO in MOVIMENTO con questo progetto di spettacolo invita la Scuola a che far parte di un meccanismo virtuoso con alla base il riconoscimento che l'investire sull'educazione al rispetto tra i generi è un grande segno di avanzamento culturale e umano.

Produzione: Teatro In Movimento

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Spazio scenico
Quadratura nera
Spazio scenico 5X6 min

Impianto luci
Consolle con memorie
18 canali dimmer 2,5 kw
8 PC 1000
10 PC 500
2 sagomatori etc 36°
2 wind up
2 piantane più 4 braccetti
2 strutture a U per frontali sala

Impianto audio
Diffusione adeguata allo spazio
+ stativi
Mixer
1 lettore cd
1 ciabatta audio

Tempo montaggio
Montaggio 2 ore
Smontaggio 1 ora

Referente tecnico
paolo ricci 3490667129
TEATROinMOVIMENTO si occupa dal 2000 della produzione e distribuzione di spettacoli teatrali per bambini dai 3 ai 18 anni. Organizza inoltre laboratori di teatro, manualità, movimento, scrittura creativa, di consulenza artistica per le insegnanti e si muove in più direzioni (teatro itinerante nelle scuole, a teatro, tecnica d’attore, di figura, teatro danza, narrazione ecc.), che mirano tutte, in egual misura a stimolare e arricchire i soggetti fruitori.
TEATRO in MOVIMENTO in questi anni è riuscito a far assistere ai propri spettacoli all’incirca 600.000 spettatori ponendo sempre la sua attenzione sulla condizione sociale presente e ha fatto da ponte tra molte Scuole e i ragazzi per avviare progetti scolastici che affermino una cultura di parità e rispetto.