Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Youtube, Vimeo e Bunny.net per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

CAUSA SUI/ANATOMIA DEL RESPIRO

Claudia Caldarano
Regia: Claudia Caldarano
Drammaturgia:
Attori: Claudia Caldarano
Trailer: Link
Anno: 2016
Adatto a: VM14


Generi: Danza, Performance
Anatomia del respiro è nato dall’interesse verso le tavole e le cere anatomiche, verso il corpo come oggetto di studio artistico e scientifico e dallo studio dell’arte Grafica Incisoria alla Scuola Internazionale Il Bisonte di Firenze.
La ricerca è iniziata nel 2015 con il progetto Causa Sui (significa “causa di se medesimo” ed è una raccolta di azioni coreografiche istantanee in cui il corpo “dice il proprio ascolto”) nato a La Specola di Firenze e influenzato dalle Cere anatomiche e dalla Collezione Zoologica, in occasione del Festival Umano 2015 _ Cantieri internazionali sui linguaggi del corpo e della danza a Firenze. Il movimento in Causa Sui era causato da una sorta di auto dissezione, dalla curiosità di “vedere con i propri occhi come siamo fatti”.
Nel “Salone degli Scheletri” la causa del movimento è stata l’impressione dei più di 3000 scheletri di animali lì esposti. Causa Sui si è poi sviluppato nello spazio di studio “Sala Piccola Cango” a Firenze per La Democrazia del Corpo e, successivamente nella Chiesa sconsacrata del Teatro Il Grattacielo di Livorno dove il corpo è stato messo a nudo e mosso dalla pressione emotiva dello sguardo degli spettatori causando modifiche al respiro e espressioni di estasi simili a quelle delle figure femminili anatomiche in cera colte come in un rapimento religioso per lo svelamento dei misteri del corpo umano.
La tematica di Causa Sui, fino ad allora indagata da un punto di vista corporale, di insieme “avere un corpo” e di “essere corpo”, si è specificata al Centro per l’arte Contemporanea Luigi Pecci con l’utilizzo di supporti, che storicamente hanno permesso lo studio dei misteri del corpo “riducendo” la persona a “oggetto di studio artistico e scientifico”, quali per esempio le Tavole anatomiche fatte con la tecnica della grafica incisoria e della Stampa a mano.
Al Pecci, dunque, l’azione coreografica è stata svolta su due grandi lastre di zinco che sono diventate il luogo di archiviazione dei segni di passaggio del corpo. Le lastre sono state le “matrici” utilizzate per incidere (a bulino, punta secca, lavis, tusche, morsura aperta) le tracce di sebo e sudore che il corpo ci ha lasciato
sopra durante l’azione performativa. Le Stampe di queste incisioni realizzate da Claudia Caldarano sono state poi chiamate “Anatomia del Respiro” e sono state esposte e messe in catalogo al Premio di incisione “Giuseppe Maestri” di Ravenna nel 2017 e messe in catalogo e segnalate dalla giuria del premio “Combat Prize” nel 2018.

Presentazione
https://drive.google.com/drive/folders/1KZmBoYQx8JpF3jx80v5xfawgnPUYzLL2?usp=share_link

Altri crediti: ideazione e interpretazione Claudia Caldarano
produzione Cango/Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza
con il sostegno di mo-wan teatro

Produzione: Cango/Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Non è stata caricata nessuna recensione

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

CLAUDIA CALDARANO Artista attiva nel campo della performing art la cui ricerca si concentra sui messaggi politici che il corpo poetico può mettere a nudo attraverso azioni coreografiche e transdisciplinari.Diplomata in “Grafica d’Arte Incisoria” al Bisonte, “Attrice” alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, “Assistente Coreografa” con Micha e Marina Van Hoecke. È stata selezionata come “regista” per "la finale" del bando della Biennale College Teatro Regia 2022 e come coreografa per la Nid Platform Open Studios 2021. Tra i premi recenti 2021- 23 vince CROSSING THE SEA, CURA, BODYSCAPE, KOMMTANZ, NU.DA LIVE! L’Italia dei Visionari/Kilowatt Festival, Residanza, Crashtest. È socia fondatrice del Teatro dei Gordi, di cui è attrice, e di mo-wan teatro, cocuratrice del Deep Festival, è referente progettazione per IMPORT/EXPORT (vincitore bando Creative Europe), artista associata all'associazione di danza Nina e danzatrice per la compagnia Virgilio Sieni dal 2014.showreel https://youtu.be/ynaPad6khgc
Condividi