Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

OBLIO

Cerbero Teatro
Regia: Cristel Checca
Drammaturgia: Cristel Checca, Paolo Scarpelli
Attori: Anna Carla Broegg, Cristel Checca, Francesco Figliomeni
Anno: 2021
Adatto a: VM14
OBLIO nasce dall’esigenza di portare alla luce il fenomeno dello slut-shaming, letteralmente l’onta della sgualdrina, che nell’era di internet sta mietendo sempre più vittime. Lo slut-shaming è la gogna mediatica riservata alle donne giudicate “colpevoli” di trasgredire i codici di condotta sessuale che la società ha previsto per loro. Un fenomeno che giunge troppo spesso a esiti tragici.
OBLIO tratta di una modernità in cui l’individualizzazione consiste nella trasformazione dell’identità umana da qualcosa di dato a un compito da raggiungere. Traguardo impossibile per una donna che non ha più potere sulla propria immagine, che vive di vita propria e si mischia al cascame ormai deformato che ha originato il mondo virtuale, dove il diritto all’Oblio è un privilegio e le leggi che regolano internet sono un labirinto senza via d’uscita.
OBLIO è un esperimento di performance interattiva. Tramite l’artificio drammaturgico di un surreale Quiz Show televisivo il pubblico partecipa attivamente alla narrazione, strutturata a bivi, orientandone la direzione e rendendo ogni replica UNICA.
Dietro uno schermo chiunque pare sapere cosa sia più giusto per gli altri, non risparmiando giudizi feroci senza temere conseguenze personali. OBLIO sfida il pubblico a fare lo stesso, travalicando la quarta parete dello schermo e abbattendo la distanza fra giudicante e giudicato, trasformando lo spettatore in “regista” del personaggio in scena.
I rimandi all’immaginario televisivo e del web, il tema della virtualità e l’interattività di OBLIO trovano naturale approdo nell’ibridazione fra teatro e video. Le videoproiezioni sono parte integrante della narrazione, elementi diegetici all’interno del quiz show o scorci su realtà alternative. La scenografia in stile kitsch usa materiali da imballaggio che rimandano alle dinamiche di una società in cui l’elemento “fallato” è rispedito al mittente, come una bambola rotta non riparata, ma sostituita da una nuova e migliore.

Generi: Prosa, Performance

Tags: Slut-shaming,

Altri crediti: Disegno luci Francesco Traverso
Grafiche Serena Rizzo
Videomakers WOW Tapes


Produzione: Cerbero Teatro

File scaricabili:
OBLIO_Cerbero.Teatro_Scheda.artistica.pdf

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

CERBERO TEATRO nasce nel 2014 ed è attualmente composta da Cristel Checca in collaborazione con Paolo Scarpelli e professionisti di vari ambiti artistici. La compagnia debutta con "Bambolina" presso la sala Assoli di Napoli vincitore del E45 Fringe Festival Ed. 2015. Lo spettacolo scritto da Gianni Spezzano e interpretato da Cristel Checca, Ivan Castiglione, Adriano Pantaleo e Rocco Giordano è finalista al festival "Direction Under-30" Teatro Sociale Gualtieri 2015, selezionato per il festival "Inventaria" di Roma nel 2016 e semifinalista Premio In-Box 2017.
Nel 2015 la compagnia è in finale al Premio Scenario sezione Ustica con lo spettacolo "2001 Odissea sulla Terra" regia Cristel Checca e Gianni Spezzano che nel 2017 è stato ospite al Festival Presete Futuro presso il teatro Libero di Palermo.
Tra il 2016 e il 2017 oltre alle repliche di Bambolina in diverse città d'Italia , la compagnia stringe rapporti con realtà locali del territorio pontino e napoletano. Dalla partecipazione al Festival Polline nasce la collaborazione con Alessandro Balestrieri del Matuta Teatro da cui nascerà lo spettacolo "PERLEi" di Cristel Checca. Il primo studio invitato al Festival Cattivi Maestri presso il teatro Troisi di Nonantola (Mo) è vincitore del premio Migliore messa in Scena e Migliore Attrice rispettivamente nei concorsi Frammneti al femminile e In-Corto di Roma. La versione definitiva debutta nel 2018 nella stagione del teatro Opera Prima di Latina e presentato nella stagione 2018/2019 presso il Teatro Trastevere di Roma, il Teatro Thesorieri di Cannara (Pe) e l'Università Salesiana per il convegno internazionale sulle Psicoterapie (Ro).
Nel 2018 il sodalizio con il teatro Nest di San Giovanni a Teduccio (Na) porta allo svolgimento di un laboratorio con i Giovani O'Nest, i ragazzi della perifia Est di Napoli che si conclude con la realizzazione de "La sposa Prigioniera" spettacolo under 25 scritto e diretto da Gianni Spezzano in collaborazione con Cristel Checca , vincitore del premio Uneder25_Gold prodotto da Progetto Goldstein e Teatro Studio Uno con debutto all'interno del festival Dominio pubblico 2019 presso il teatro India di Roma.
Nel 2018 nasce il progetto "OBLIO " ideazione e regia Cristel Checca, dramaturg Paolo Scarpelli in collaborazione con lo studio di videomakers WoW Tapes. La performance partecipa al Festival Iventaria 2019 nella sezione "DEMO", ed è finalista al Premio PimOff per il teatro contemporaneo 2020 con uno studio di 30 minuti (in attesa di svolgimento) .
POETICA Il lavoro della compagnia si struttura da sempre intorno a testi originali con elementi di drammaturgia scenica. I temi spaziano dall'indagine sull'essere umano, attraverso narrazione di storie di vita, ad argomenti legati all'ambito sociale e civile.
Il linguaggio scenico prende vita da un attento e accurato lavoro sull'analisi del testo dal quale si sviluppa la forma estetica della messinscena. Una caratteristica peculiare è la creazione e l'utilizzo di immagini simobolico-evocative legate agli oggetti scenici. Nei lavori della compagnia un teatro pop (talvolta con l'utilizzo di dialetti) si fonde con elementi performativi e sperimentali.
COLLABORAZIONI MATUTATEATRO (SEZZE); OPERA PRIMA (LATINA); FONDAZIONE CAMPANIA DEI TEATRI; NAPOLI TEATRO FESTIVAL; BITF (CIVITAVECCHIA); STRABISMI FESTIVAL (UMBRIA); TEATRO RIDOTTO (BOLOGNA); NEST, Napoli Teatro Est (NAPOLI); NTS Nuovo Teatro Sanità (NAPOLI); DOMINIO PUBBLICO; TEATRO ARGOT; TEATRO STUDIO UNO; PROGETTO GOLDSTEIN.