Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Lacrime di sale

Tedacà
Regia: Antonella Delli Gatti
Drammaturgia: Pietro Bartolo
Attori: Antonella Delli Gatti (voce) Rocco Di Bisceglie (musiche) Stefano Giorgi (live painting)
Anno: 2021
Adatto a: per tutti


Generi: Prosa, Performance

Tags: medico, migranti, accoglienza, dignità, mare

Lacrime di sale racconta l’esperienza di Pietro Bartolo, “Il medico di Lampedusa”, che per oltre 25 anni ha accolto, curato e soprattutto ascoltato migliaia di migranti arrivati sull’isola. La sua vicenda umana e professionale si intreccia con le storie di uomini, donne e bambini che hanno abbandonato le proprie case alla ricerca di un futuro e una vita migliore.

È la storia di un uomo che ha fatto proprie le sofferenze degli altri, ne ha curato le ferite - quelle esteriori, per quelle interiori ci vorrà molto tempo e forse non guariranno - e ha restituito a ognuno di la dignità che gli spetta di diritto in quanto “Esseri Umani”.

“Se la tua voce si unisce alla mia, possiamo cambiare le cose”. Questa la dedica che, tempo fa, il medico di Lampedusa Pietro Bartolo scrisse all'attrice Antonella Delli Gatti sulla prima pagina di Lacrime di sale (Ed. Mondadori), il libro in cui narrava le storie degli uomini, delle donne e dei bambini accolti e curati sulle coste della sua isola. Da quell’invito a non restare indifferenti è nato uno spettacolo teatrale in cui le vite dei migranti e la vicenda umana e professionale di Bartolo sono allacciate insieme, come testimonianza struggente di un modo di stare al mondo: essendone parte.

Le parole del libro, lette dall’attrice Antonella Delli Gatti, sono accompagnate dalla musica dal vivo di Rocco di Bisceglie e dai disegni, in live painting, di Stefano Giorgi.

Altri crediti: Adattamento Antonella Delli Gatti
Coordinamento artistico Antonella Delli Gatti

In collaborazione con Associazione Ponte di Pace

Produzione: Tedacà / Delli Gatti - Di Bisceglie - Giorgi

File scaricabili:
dichiarazione.per.inbox.pdf

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Non è stata caricata nessuna recensione

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Tedacà nasce nel 2002 come luogo di espressione e racconto dell’umano, di promozione del linguaggio performativo come forma di conoscenza di se stessi e del tempo presente, impegnandosi principalmente nella produzione artistica e nella conduzione di laboratori performativi.
Tedacà è composta da tre distinte compagnie (teatrale, coreutica e musicale) che lavorano in maniera indipendente e si contaminano in percorsi di sperimentazione linguistica, inserendosi negli ultimi anni nel circuito professionistico e vincendo molteplici premi su scala nazionale.
Tra le principali produzioni si citano: "Sotto lo sguardo delle mosche" (debuttato al Teatro stabile di Torino / Teatro Nazionale) e "il Sentiero dei passi pericolosi", entrambi dell'autore canadese Michel Marc Boucherd; "Alice, per adesso" di Sylvain Levey", che narra dell'adolescenza di una rifugiata politica cilena; Stavolta e mai più" e "Carillon", due monologhi sul tema del desiderio e dei limiti; “Donne” (precedentemente intitolato “D - ovvero la figura della donna nell'Italia del '900”), spettacolo pluripremiato e con oltre 100 repliche all'attivo; “Strani-ieri”, in collaborazione col Teatro Stabile di Torino; “Pari&Dis-pari”, spettacolo diretto da Irene Zagrebelsky per Biennale Democrazia; “Street Striit”, favola coreutica. Inoltre dal 2006 Tedacà organizza e gestisce la stagione teatrale presso il centro bellARTE di Torino, stagione ora organizzata da Fertili Terreni Teatro, progetto di diffusione e promozione del teatro contemporaneo e della nuova drammaturgia a Torino. Fertili Terreni è composta da quattro compagnie (Tedacà, ACTI Teatri Indipendenti, Cubo Teatro, Il Mulino di Amleto) e diffuso sui tre teatri torinesi gestiti direttamente dalla compagnie (Bellarte, San Pietro in Vincoli, Cubo Teatro).
Tedacà è una compagnia di produzione riconosciuta dalla Regione Piemonte dal 2009 e da Funder35 tra le giovani imprese culturali rilevanti del territorio nazionale.