Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

ALBANIA - ITALIA SOLO ANDATA

MAELI - RICERCA TEATRALE
Regia: MELANIA GIGLIO
Drammaturgia: Contemporanea
Attori: MARBJENA IMERAJ
Trailer: Link
Anno: 2021
Adatto a: per tutti


Generi: Prosa

Tags: Sociale, misoginia, omosessualità, immigrazione

Titolo: ALBANIA-ITALIA Solo Andata
Testo di: Marbjena Imeraj
Con: Marbjena Imeraj
Scene e Costumi: Fabiana Di Marco e Giovanna Stinga
Produzione: anno 2021 - MAELI – Ricerca Teatrale_Associazione culturale
Fotografie: Azzurra Primavera
Riprese Video: Antonio Agostini
Ufficio Stampa: Carla Fabi e Roberta Savona
Regia: Melania Giglio

Genere: Monologo biografico tragi-comico
Durata dello spettacolo: 1 ora e 10 minuti

SINOSSI
Marbjena è un’attrice italo-albanese di adozione romana. Si trova nel suo camerino pronta per andare in scena con” Il gabbiano” di A. Cechov. In quell’istante arriva Dio in persona a ricordarle quante fatiche ha affrontato prima di quel momento. Marbjena è nata in una cittadina sul lago, nel nord-ovest dell’Albania, al confine con il Montenegro. È la quarta di sei femmine nate da padre colonnello dell’esercito e madre economista e, da quando era piccola, ha sempre sognato di fare l’attrice. Il suo sogno però, Marbjena ha dovuto metterlo da parte per molto tempo a causa di qualcosa di molto più grande di lei. A soli dieci anni vive la guerra civile dovuta alla caduta del regime comunista. La sua famiglia apparteneva alla classe più alta della società e, ad un tratto, non possiede più nulla. Una crescita segnata da molte difficoltà e da momenti drammatici come la violenza subita alla tenera età di sette anni. Durante l’adolescenza perde la sua migliore amica per poi scoprire che era stata costretta alla prostituzione in Italia. Di lì a poco il colpo di stato ed una guerra civile. Rifugiata dai parenti in un paesino di montagna, continua a credere nel suo sogno e nella voglia di partire per cercare di realizzarlo. “Diventare un’attrice” è il sogno che la tiene in vita e che la condurrà in Italia, dove scoprirà che quel paese sognato e tanto desiderato, non è poi così accogliente per chi viene da un Paese come il suo. Sbarca in Abruzzo ed è pronta a costruirsi una vita ma, pregiudizi, razzismo e discriminazione, ostacolano il suo percorso ma non placano la sua forza d’animo, colpita profondamente anche dalla perdita di una sorella, suicidatasi in Albania. Nonostante il trauma che non supererà mai, Marbjena cerca di andare avanti e finalmente arriva a Roma, dove inizia i suoi studi di recitazione e da forma al suo sogno che, pian piano, diventa realtà. E la vita non smetterà di stupirla neanche in quel momento, quando arriverà l’amore per una donna a sorprenderla.

SCENOGRAFIA
 n. 5 moduli specchio in polistirolo 50X100
 n. 1 Piastra in ferro per la colonna in specchio
 n. 1 Cassa misure 60 X 120 H50



Altri crediti: Di Marbjena Imeraj - Scenografie e Costumi: Fabiana di Marco e Giovanna Stinga - Foto di scena: Azzurra Primavera - Riprese Video: Antonio Agostini

Produzione: MAELI - RICERCA TEATRALE

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

L'ASSOCIAZIONE CULTURALE MAELI – RICERCA TEATRALE si è costituita a Roma in data 1 Settembre 2020.
Nel 2021 ha iniziato la sua attività offrendo corsi di Formazione artistica a cura di Melania Giglio e Lezioni di movimento scenico a cura di Marbjena Imeraj.
Dal 13 Maggio al 14 Maggio ha debuttato presso il Teatro Lo Spazio di Roma con il suo primo Spettacolo “Albania-Italia Solo Andata” di e con Marbjena Imeraj - Regia: Melania Giglio – Scenografie e Costumi: Fabiana di Marco e Giovanna Stinga - Foto di scena: Azzurra Primavera - Riprese Video: Antonio Agostini