Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Storia di Nina

Altre Tracce
Regia: Valentina Maselli
Drammaturgia: Valentina Maselli
Attori: Elisa Rossetti e Massimo Zatta
Trailer: Link
Anno: 2021
Adatto a: per tutti


Generi: Teatroragazzi (8-99), Prosa, Teatro-danza

Tags: tristezza, felicità, condivisione, meraviglia, casa.

Avete in mente quando vi sentite strani e non sapete perché? C’è come un piccolo nodo nella pancia. A volte vien da piangere, altre volte ancora si è così stanchi da non aver voglia di fare proprio niente. Alcuni se ne stanno con gli occhi sbarrati nel letto, perché non riescono a dormire. Eppure non è successo un granché. Apparentemente. Quando ci si sente così, bisogna chiudere bene le finestre, sbarrare tutto, sennò arriva. Sottile com’è, la Polvere nera, è difficilissima da mandare via. Si infila dappertutto, a volte persino tra i capelli, sotto i vestiti e fa un po’ di malinconico solletico.
Ecco Nina non riesce a dormire, sente proprio quel nodo nella pancia. Ha sbagliato, Nina, si è dimenticata di chiudere tutto. La Polvere Nera, al suo risveglio, viene a farle visita. È una strana creatura che lascia il segno del suo passaggio impolverando qualunque cosa avvicini. Quando la creatura le si avvicina, le piccole cose che rendevano felice Nina sembrano non funzionare più. E Nina comincia a diventare triste.
La verità, però, è che lo strano personaggio è comparso proprio perché Nina era già triste e non c’è modo di mandarlo via se non quello di accettare anche la parte di sé più vulnerabile e così ritrovare incanto e meraviglia.
A poco a poco Nina comincerà a conoscere la creatura polverosa, a volte penserà che è più facile abbandonarsi ad essa, altre cercherà di mandarla via con tutte le sue forze. Ma la Polvere Nera le svelerà di essere lì per lei, per aiutarla a crescere e ad accettare l’altra faccia della medaglia, quella più fragile e meno performante. Fra i due nasce un’amicizia speciale e Nina imparerà che il vero incanto è tale se condiviso.

In scena, una piccola casetta, con una porticina, una finestrella e fiori colorati sul davanzale. La facciata nasconde l’interno, anch’esso tutto in miniatura, evocativo e pieno di colori. In casa di Nina non mancano le cose importanti, quelle che fanno stare bene.
La casa protegge e nasconde, almeno questa è la funzione che ha per Nina fino a quando non incontrerà la Polvere Nera. Infatti, proprio grazie a questo incontro, Nina scoprirà che una casa può anche accogliere ed anche essere un rifugio temporaneo, ma è nel mondo e nell’incontro con gli altri che si può davvero trovare se stessi.

L’oggetto scenografico della casa ha per noi il grande ruolo di evocare, suggerire, stimolare l’immaginazione permettendo ai due attori di creare un mondo magico e sospeso, raccontando anche altri altri luoghi senza mai essere didascalici.


Altri crediti: Disegno Luci di Marco Grisa
Scenografia di Antonio Brugnano e Valentina Maselli

Produzione: Altre Tracce

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Non è stata caricata nessuna recensione

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Compagnia di sperimentazione teatrale
"Altre Tracce"

Un “idea” di quella che sarà la compagnia teatrale “Altre Tracce” nasce nel 2013 dall'incontro fra la regista Valentina Maselli e l'attore Massimo Zatta in occasione della produzione teatrale “Il ragazzo di Noè” (ispirato all'opera di E.E.Schmitt “Il bambino di Noè”) in cui la prima cura la regia e il secondo recita, insieme all'attore Enrico Ballardini, nelle vesti di Padre Pons.
Questo incontro porta Valentina e Massimo ad una collaborazione sia in ambito performativo/teatrale che didattico all'interno del loro spazio-studio sito in Barasso, a pochi passi da Varese.
La condivisione di questo luogo di lavoro in cui coltivare un comune percorso didattico-teatrale alimenta il desiderio di lavorare su un nuovo testo adatto anche per il pubblico dei più piccoli. Un testo in cui il percorso di ricerca sulla “teatralità della parola” possa incontrare anche una dinamica, una fisicità, altrettanto espressiva come a voler dar corpo al “significante e al significato” dei nostri vocaboli. Questa volontà li fa avvicinare al testo di Agnès De Lestrade, “La grande fabbrica delle parole” e a decidere anche di coinvolgere per l'allestimento di questo nuovo spettacolo, il loro amico e collega Antonio Brugnano.
E' con questo desiderio che nasce nel 2015 la compagnia “Altre Tracce” che fa debuttare l'anno successivo la sua prima produzione dal titolo "Parole, parole, parole" presso il Teatro Nuovo di Varese all'interno della rassegna Gocce 2017.

Sono membri della compagnia:

Valentina Maselli
Valentina Maselli, attrice, regista e pedagoga teatrale, si forma studiando con i grandi maestri della tradizione teatrale italiana ed internazionale. Vicina da sempre al teatro di ricerca collabora in qualità di attrice con importanti realtà teatrali tra cui il CRT di Milano. Nel 2009 firma la sua prima regia con “Montedidio” per il Teatro del Popolo di Gallarate. Nell’autunno del 2012 è cofondatrice di Rag Time – Il tempo dei ragazzi, per la cui prima produzione - “Il ragazzo di Noè” – cura la regia e la drammaturgia. Nel 2015 lavora con Mario Perrotta in qualità di attrice nel Progetto Ligabue (vincitore del premio UBU 2015) .
Per visionare il trailer de “Il ragazzo di Noè” link: https://www.youtube.com/watch?v=cwXnyvJWQhI


Massimo Zatta
Lavora come attore e mimo dal 1999 per varie realtà teatrali italiane(Quelli di Grock, Comteatro, Teatro Blu, Spazio Teatrio, Fratelli Caproni, Regtime ecc.).
Il suo percorso lo ha portato a cimentarsi in ruoli comici e drammatici sia in testi di prosa classica che di ricerca.
Dal 2001 è insegnante di corsi teatrali in scuole dell'infanzia, scuole elementari e medio
superiori nelle province di Milano, Como, Varese e in Ticino (Magliaso, Agno, Montagnola,
Trevano, Camignolo e Pretirocinio d'orientamento a Lugano).
Opera inoltre come animatore teatrale presso la Comunità familiare (Servizio tossicodipendenze)
di Gerra Piano.

Antonio Brugnano
Lavora come attore e mimo professionista dal 1998 per varie realtà teatrali (Paolo Nani Teater, Quelli di Grock, Comteatro, Palkettostage, ecc.). Ha recitato in opere classiche, contemporanee e di ricerca interpretando ruoli sia comici che drammatici replicando in Italia e Spagna come attore e in Francia, Inghilterra, Olanda, Cina e Giappone in qualità di mimo. Dal 2017 è il sostituto ufficiale di Paolo Nani nello spettacolo "Jekyll on ice" nelle tournée asiatiche.
Da sempre ha affiancato alla sua esperienza attoriale quella del mimo e della clownerie ritenendoli fondamentali nel suo percorso di formazione.
Ha vinto il premio Eolo 2009 come miglior attore di teatro ragazzi italiano, il premio Ribalta 2007, sempre come miglior attore e, con lo spettacolo “Senza Coda” della compagnia Quelli di Grock, il premio L’uccellino azzurro 2007.

Compagnia Teatrale Altre Tracce
Sede operativa e spazio prove : Via Rossi 38, 21020 Barasso (VA) – ITALIA

Contatti
e-mail: altretracce@gmail.com

Valentina Maselli
cell.3428559379

Massimo Zatta
cell. 3332860096

Antonio Brugnano
cell. 3394456206