Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Pinocchio o il diverso

Compagnia Jolie Rouge
Regia: Manuel Capraro
Drammaturgia: Manuel Capraro
Attori: Lorenzo Giovannetti, Elonora La Pegna, Giulio Brunotti
Trailer: Link
Anno: 2019
Pinocchio. Forse una delle più famose fiabe italiane nel mondo. Collodi ne “Le avventure di Pinocchio” racconta e nasconde tantissimi temi universali. Importante romanzo di formazione per i più piccoli, oggi sarebbe strano se non inusuale leggere la fiaba di Pinocchio ai più piccoli. Dura , intricata e a tratti violenta. Come la vita. Dei tantissimi temi presenti in questa fiaba ci siamo soffermati alla prima cosa che salta all’occhio e forse a una delle più profonde. Pinocchio è un burattino, un bambino di legno. Anche per questo motivo subisce molti scherni e peripezie in virtù del suo aspetto. Ma grazie al fatto di essere “diverso” ha anche dei vantaggi che lo portano a sopportare e a reagire con una forza rara per un bambino alto appena un metro. In questa edizione teatrale “Pinocchio” vuole tornare a parlare principalmente ai più piccoli. Perché è proprio grazie a loro e con loro che possiamo pensare di costruire un mondo migliore. Non un paese dei balocchi dove ognuno può fare quello che gli pare , dove la libertà è solo una libertà effimera , illusoria che ci fa solo evadere dalla realtà che così com’è non ci piace. Grazie ai bambini possiamo immaginare un mondo dove le differenze sono una forza e non una paura, dove aiutandosi l’uno con l’altro si supera qualsiasi momento di difficoltà, dove con lo sforzo , il lavoro quotidiano e il sacrificio si raggiungono obbiettivi che neanche possiamo immaginare. La fiaba ci racconta che quando c’è bontà di cuore e d’animo anche un burattino può diventare un bambino vero. Perché i bambini sono tutti uguali. Anche quelli di legno.

Generi: Teatroragazzi (6-12)

Tags: Pinocchio, diverso, uguaglianza, commedia, burattini

Altri crediti: Dipinti di Anastasia De Sanctis , Scenografia di Mirco Di Virgilio

Produzione: Compagnia Jolie Rouge

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Non è stata caricata nessuna recensione

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

La Compagnia nel 2015 è in scena al Teatro Elfo Puccini di Milano con DOMINO progetto in collaborazione con la compagnia Linee Libere e in cui scrive e dirige FABRIZIO e dirige HUIS CLOS di J.P.Sartre. Nel 2016 DOMINO replica al Teatro Potlach di Fara in Sabina e al Teatro di Sacco di Perugia, e FABRIZIO è in stagione al Teatro Biondo di Palermo. Nell’estate 2017 è in scena con “Na Vodd’” scritto e diretto da Manuel Capraro, spettacolo in abruzzese su una storia popolare del secondo dopoguerra. Nel 2018 “Ernest” scritto e diretto da Manuel Capraro tratto da “L’Importanza di chiamarsi Ernest” di O. Wilde, in finale al Festival Scintille 2018 Teatro Menotti e Asti Teatro, repliche al Teatro Argot Roma. Nel “Carlotta e il giovane Werther” tratto da “ I dolori del giovane Werther” che ha come tema le pari opportunità e la violenza sulle donne, repliche a Napoli, L’Aquila e Bologna e al Festival Scintille 2019 Teatro Menotti e Asti Teatro. Nel 2019 Pinocchio o il diverso” primo spettacolo della compagnia Jolie Rouge per i più piccoli.