Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

All'ombra di un grosso naso | La storia di Cyrano de Bergerac

Il Teatro nel Baule
Regia: Sebastiano Coticelli e Simona Di Maio
Drammaturgia: Sebastiano Coticelli e Simona Di Maio
Attori: Sebastiano Coticelli, Simona Di Maio, Dimitri Tetta
Anno: 2020
Tre attori per tanti personaggi in un gioco tra corpi e ritmi.
La storia di un amore impossibile, di una guerra, di un attore svampito e di un uomo coraggioso.
Chi non conosce il grande Cyrano? Un eroe romantico ma allo stesso tempo un personaggio straordinariamente moderno.
Cyrano grande poeta e spadaccino è innamorato della bella cugina Rossana, la quale a sua volta è innamorata di Cristiano, un giovane bello ma un po' ignorante. Cyrano non osa svelare il suo amore perché sa che a causa del suo grosso naso non può essere corrisposto, ma si offre di aiutare Cristiano, incapace di dichiararsi a Rossana, nella scrittura delle più belle lettere d’amore. Ma l’arrivo improvviso di una guerra cambia tutti i destini...
La storia di Cyrano, scritta da Rostand, è un mito senza tempo, che ribalta il mondo dell’apparenza; è un inno al valore, al romanticismo, alla poesia. Una pièce molto ironica e allo stesso tempo commovente, scritta con un linguaggio che affascina grandi e piccini. Una storia in cui l'amore vince e la vera bellezza è nascosta dietro l'ombra di un grosso naso.

Altri crediti: Luci di Paco Summonte
Scene di Francesco Felaco
Musiche di Dimitri Tetta

Produzione: Il Teatro nel baule

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Il Teatro nel Baule nasce cinque anni fa . Fin dal primo anno di lavoro insieme ci siamo posti come obiettivo la creazione di un progetto a lungo termine capace di rendere il teatro luogo di scambio, aperto al confronto e allo studio di diverse forme espressive. Pur avendo una formazione comune in mimo corporeo ognuno di noi ha perseguito una personale ricerca, studiando Commedia dell’arte, clownerie, biomeccanica e teatro- danza. Le competenze diversificate hanno arricchito la compagnia e hanno stimolato la ricerca di una poetica espressiva comune. Ricercare significa per noi ritrovare il senso primo del teatro: “luogo del vivo estrinsecarsi di istanze antropologiche comunque connesse all’urgenza di re-ligare (socio-culturalmente e sacralmente) uomo con uomo”(R.Tessard). Il corpo è il centro della nostra ricerca, il contenitore in cui le emozioni prendono forma divenendo visibili all’esterno; è attraverso il corpo dell’attore che la sua presenza si dilata, irradiando lo spazio scenico. Nei cinque anni di lavoro insieme abbiamo sviluppato un traning fisico e una pedagogia personali, sulla base delle competenze acquisite grazie allo studio delle diverse tecniche teatrali. Il nostro obiettivo è indagare un linguaggio del silenzio e del corpo, un linguaggio poetico in cui l’emozione, tradotta in forma piuttosto che in parola, crei una relazione profonda con chi l’osserva. Attualmente siamo anche impegnati in progetti educativi in differenti scuole sul territorio portando avanti la nostra attività pedagogica per adulti e bambini. Da otto anni abbiamo una scuola di formazione a Napoli con corsi di teatro per bambini e adulti, principianti e avanzati; sviluppiamo parallelamente un percorso di ricerca sulla maschera, sul corpo dell’attore e sulla voce. Ogni mese organizziamo presso la sede incontri-studio di danza, dizione e canto aperti sia ad allievi che ad altri professionisti del settore. Inoltre lavoriamo in diversi Istituti Scolastici e Para Scolastici con progetti pedagogici sulle fiabe.