Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Soulbook

fabiana fazio
Regia: Fabiana Fazio
Drammaturgia: Fabiana Fazio
Attori: Annalisa Direttore, Fabiana Fazio, Valeria Frallicciardi, Giulia Musciacco
Trailer: Link
Anno: 2018
Soulbook

Soulbook è un invasore. E' il nuovo grande colonizzatore. Vuole conquistare sempre più territori. Possedere tutti i suoi utenti. E tutti siamo utenti. Tutti siamo territori appetibili. Tutti siamo di Soubook. Anzi, tutti siamo Soulbook. Al di fuori di Soulbook tu non esisti. Io non esisto. Nessuno di noi esiste. O, almeno, nessuno di cui possa interessarci”
Ma cosa ci interessa? Cosa ci piace?
Tutto. Mi piace tutto qui. Mi piace, mi piace, mi piace... eppure non mi piace mai niente
Esiste ormai un luogo in cui ci sono le risposte a tutte le domande che non abbiamo neanche più esigenza di farci. Esiste un luogo in cui sembra che la regola sia annullarsi per esistere.
Ma esistere come? Esistere dove?
Su Soulbook, ovvio.
Essere o non essere... m'ama non m'ama...
Niente di tutto ciò è più un problema. Problemi non ce ne sono più.
E' tutto così favoloso su Soulbook. Che non devi neanche più sapere cosa ti piace e cosa no
Soulbook è Stato, sicurezza, assistenza.
E' luogo d'incontro, di scambio, di conoscenza, di condivisione.
Condividi tutto con tutti. Condividi tutto col tutto
Soulbook è fonte di tutto. E tutto è senza fonte.
Conoscenze, ricordi personali e memoria collettiva.
Tutto è facilmente recuperabile nel mare magnum del sistema, sotto forma di byte.
Tutto è lì. A portata di tasto: ctrl +c, ctrl + v, ctrl + s... e chi più ne ha più ne prema.
Tutto è dis-perso per sempre in un luogo che non ci appartiene e a cui apparteniamo.
Il tuttologo Faust ha ormai venduto la sua anima ad un moderno Mefistofele, che però, non sapendo cosa farsene, è pronto a rivenderla (sottocosto) al miglior sofferente!
Nessun dubbio amletico, nessuna domanda da farsi sulla propria esistenza né tanto meno su quali siano i propri desideri più semplici.
Essere o non essere. Questo...
non è più un problema
Grazie a Soulbook

Essere o non essere...
Essere o non.
Non. Punto.

Lo spettacolo prevede tre attrici in scena e una che appare solo in video (proiettata sul fondo), in una sorta di tutorial, anzi... "tuttorial"

Altri crediti: assistente alla regia Angela Carrano
Disegno luci Marco Perrella
tecnico Tommaso Vitiello

Produzione: prod. indipendente

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Fabiana Fazio, nata a Napoli il 29-12-1980.

Inizia la propria formazione artistica, da giovanissima, con il Teatro dell'Anima (progetto di ricerca antropologica e psicologia transpersonale) unitamente a studi musicali (flauto traverso e percussioni) e di canto jazz (col maestro Carlo Lomanto) e canto armonico, per poi proseguire i propri studi teatrali all'interno del Laboratorio Permanente Teatro Elicantropo di Napoli, diretto dal regista Carlo Cerciello.

Unitamente agli studi teatrali si dedica al teatro-danza (tra gli altri: Erg-status di Belgrado e progetto doc 11), al doppiaggio (corso con Renato Cortesi) e alla scenografia

Tra gli spettacoli teatrali a cui prende parte come attrice:
- (in allestimento) La vita nuda, regia Alfonso Postiglione, dalle novelle di L. Pirandello, prod. Teatro stabile di Napoli
- Audizioni, regia carlo Cerciello, prod. Elledieffe
- Tomcat – di J. Rushbrook – regia Rosario Sparno – (co-prod. Teatro Stabile di Napoli e Casa del Contemporaneo)
- Stasera c'è spettacolo? To Play – prod. Indaco (regia E. Campili- D. Furino) per il NTFI 2016
- Dignità Autonome di Prostituzione, regia Luciano Melchionna
- 360° (da Girotondo di Schnitzler) . Prod. Nuovo Teatro Sanità, Mario Gelardi
- Noi non siamo barbari (di Philipp Löhle) Prod. Nuovo teatro Sanità e Goethe Institut
- Do Not Disturb - il teatro si fa in albergo (Nuovo teatro Sanità)
- Con Carlo Cerciello lavora in diversi progetti, tra cui:
Marat-sade talk show
Ecuba
La rivolta degli angeli (per quest'ultimo Premio Girulà 2010, categoria dedicata a Franco Carmelo Greco, per le migliori interpreti femminili)
- Soap Clinic – prod. Liberascena ensamble
- La confessione di Walter Manfré
- Appunti di un riparatore di massimo Maraviglia (in cui collabora anche alle scenografie)
- Devot', di Teatro di Legno
- Mamma piccole tragedie minimali, di A. Ruccello, regia G. Crescenzo (vincitore del Rota in Festival di Salerno)
- Libera l'orsa – (di e con C. Cordella) in cui è regista e scenografa (Miglior scenografia La Corte della Formica)
- I patafisici; Il congresso degli uccelli (da P. Brook), prod. Teatro dell'anima
- Vite impossibili (regia Zelimir Zilnik)
- Mud, (teatro- danza) del coreografo e regista Boris Caksiran


Tra i progetti indipendenti recenti ci sono:

Parastasi Kitsch, da lei scritto, diretto e interpretato (insieme con Irene Grasso)
Nevrotika vol 1-2-3, di cui è autrice, regista e interprete con Valeria Frallicciardi e Giulia Musciacco (“Premio Li Curti” - miglior testo e miglior regia, "Premio Naples in the World"), Nevrotika vol. 4-5-6 e (in allestimento) Nevrotika vol.7-8-9.
Il monologo Misstake
Soulbook
Passaggio Segreto, regia R. Serretiello (compagnia xx), in cui è attrice e co-autrice


Nel 2018 prende parte alla serie Rai "I bastardi di Pizzofalcone".

Doppia in lingua italiana diversi videogiochi e avventure grafiche e presta la voce ad alcune campagne pubblicitarie.
Attualemente impegnata nel doppiaggio in lingua italiana dei film: "Il terzo omicidio" di H. Kore'eda e "La festa silenziosa, dell'argentino Diego Fried
Conduce inoltre laboratori teatrali per bambini nelle zone a rischio e lavora come videomaker, scenografa e nell'organizzazione di eventi artistico culturali (Kino Kabaret, On Stage H24, Festival del Racconto).
Tra i suoi lavori in graphic e stop motion, i due videoclip della cantautrice Flo, "L'uomo normale" e "oui oui, sauvage" e del musicista Roberto Frattini "Devil got my woman,usciti nel 2020.