Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Rautalampi

Garofoli/Nexus
Regia: Nexus
Drammaturgia: Nexus
Attori: Laura Garofoli, Nedzad Husovic, Nexus
Anno: 2020
Lo spettacolo racconta la storia di Licia, una bambina rom che vive nel campo nomadi di Rautalampi, nel suo percorso di crescita e autodeterminazione. In scena, i tre interpreti ripercorrono le tappe della costruzione dello spettacolo e del personaggio di Licia attraverso l'esposizione e l'uso di materiale d'archivio ricavato dall'incontro con bambine e ragazzine rom e presentando le proprie vicende autobiografiche: Giuseppe, regista e art-educatore di minori rom; Laura, attrice professionista e boxeur amatoriale; e Nedzad, educatore rom residente in una baraccopoli romana. Saltando fra la scena e il dietro le quinte, il pubblico partecipa così alla costruzione della storia di Licia, nel suo rapporto con la scuola, il campo, la famiglia e il ring, attraverso un linguaggio post-drammatico che combina narrazione, performance e video installazione. Lo spettacolo indaga il tema dell’infanzia ai margini attingendo alle storie di bambine e adolescenti rom: soggetti iper-visibili eppure inascoltati, che più dialtri incarnano gli effetti della povertà educativa e urbana. Dopo un percorso triennale di incontri e laboratori con minori rom, la
compagnia ha infatti raccolto e rielaborato in chiave drammaturgica fonti d’archivio (registrazioni, video, disegni, diari ecc.) e immaginari “ponte” (cartoni animati, canzoni e videogame) che interseca con lo sguardo di Nedzad alla ricerca di un punto di vista situato, paritario e creativo sull’infanzia ai margini. In particolare, le esperienze art-educative più significative si sono svolte nei quartieri periferici romani di Gordiani, Tor Bella Monaca e Rebibbia, e presso il centro diurno Gli Skatenati, rivolto a minori segnalati dall’autorità giudiziaria. Per metodologia e contenuti, lo spettacolo assume quindi una vocazione didattica e pedagogica, ed è particolarmente indicato per classi e gruppi di giovani che vogliano approfondire e discutere i temi della marginalità educativa, dell’ interculturalità e della rappresentazione dell’Altro. Lo spazio scenico ripropone un’ideale sala prove dove la compagnia guida il pubblico nell’allestimento delle diverse scene che raccontano la storia di Licia. Luci, suoni e immagini
vengono manovrate dal vivo sul palcoscenico, proiettando l’ambiente desktop del computer di regia e tenendo costumi e
oggetti di scena sempre a vista. Aprendo le porte del «cantiere teatrale» in chiave scenografica e drammaturgica, il giovane pubblico viene
efficacemente invitato a condividere i dubbi, le scelte e gli incidenti di percorso che hanno caratterizzato il viaggio artistico
e narrativo di Licia. L’ipermediazione dell’ambiente permette alla storia di svilupparsi attraverso l’uso teatrale e performativo di pagine
web, playlist musicali, registrazioni d’archivio, cartoni animati e videogame, favorendo così la moltiplicazione dei piani narrativi
e immaginifici.

Altri crediti: Supervisione drammaturgica: Wu Ming 2
Scrittura di scena: Laura Garofoli, Nedzad Husovic, Nexus
Assistente alla regia: Giulia Francia, Alessandro Giova
Scene: Andrea Simonetti
Costumi: Flavia Trovarelli
Disegno luci: Valerio Camelin
Con il sostegno di
- Festival Contemporaneo futuro (Teatro di Roma)
- Short Theatre/AREA06
- CAOS, Centro per le Arti Opificio Siri (Terni)
- Csoa Spartaco

Lo spettacolo rientra nel progetto Storie cucite a mano, selezionato dall’impresa sociale
Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.
Progetto finalista del Premio Scenario Infanzia 2018
Progetto vincitore del Premio «Per-formare il sociale», Festival Presente Futuro 2019

Produzione: Garofoli/Nexus, DivinaMania

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Garofoli/Nexus nasce a Roma nel 2012 dall’incontro fra l’attrice Laura Garofoli e il regista/performer Nexus e si costituisce formalmente nel 2016. Il lavoro della compagnia è incentrato sulla convergenza fra teatro, danza e media art con una finalità artistica, formativa e teorica. A partire dal primo spettacolo L’Ombra (selezionato al Festival della Creatività di Roma nel 2013), la compagnia produce le performance Break To The Future (co-prodotto da Comma Urban Art Festival di Perugia), ROM (presentato anche al Goethe Institut Roma), e lo spettacoloo L come Alice, ispirato ai testi di Carroll, Deleuze e Artaud e invitato al Medientheatre dell’Università Humboldt di Berlino. Nel 2016 la compagnia vede il debutto di Giorgio, spettacolo autobiografico che combina teatro di parola, performance e media art che ottiene il Premio della critica e il Premio Special OFF al Roma Fringe Festival 2017 e la vittoria al Festival Inventaria 2018. Nel 2017 la compagnia inaugura ZTL, Zona Temporaneamente Libraria, un progetto di performance urbane sul tema della bibliodiversità.

    Dopo le esperienze di teatro di strada e per ragazzi (Ciak si brekka! e Looking 4 Pinocchio), con il nuovo spettacolo Rautalampi, la compagnia è finalista al Premio Scenario Infanzia 2018 e vincitore del premio “Per-formare il sociale” al Festival Presente Futuro 2019.

    Attiva nell’organizzazione di eventi e laboratori teatrali, la compagnia è partner del progetto di contrasto alla povertà educativa Storie cucite a mano, promotrice della rassegna indipendente Detriti e del gruppo di training per performer Ctrl+P.