Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Drop

Bradipoteatar
Regia: Aleksandra Di CApua
Drammaturgia: Aleksandra Di Capua
Attori: Anna Suzzi Valli
Trailer: Link
Anno: 2020
Un corpo fisico, fatto di muscoli, voce, e respiro.
Movimenti, non parole. Suoni, musica, non parole.
Amore, passione, delusione, speranza, decadenza, morte.
Che differenza c’è tra la purezza di una goccia d’acqua, una goccia di sangue e la purezza di una goccia d’oro? Forse, quest’ultima può lasciare un segno. Ma se lo lasciasse su qualcosa di effimero quanto un foglio di carta? Fin dove ci condurrebbe allora quell’impronta dorata? Alla lucente Igea di Gustav Klimt.
Igea, dea della Salute, offre al serpente dalla coppa della Vita la verità sul trapasso. Figlia del primo medico Esculapio, Igea fissa superba lo spettatore come a ricordargli le sue debolezze, come se la Medicina possa poco nei confronti dell'inevitabile trapasso, rappresentato dal serpente che le si intreccia sul braccio.
Vita e Morte sono processi collegati e indissolubili: non c'è guarigione né prevenzione che possa separarle.
L’attrice penetra l’oro del quadro Medicina come purificazione, per quella parte effimera: per la mortalità umana, per la fragilità del nostro animo. E la sua figura abita quella sfera più fragile e quella più potente, quella sfera che è l’essere donna.
Al centro ….. la Donna.


Altri crediti: 23 febbraio 2020 anteprima Spazio Bradipoteatar - Repubblica di San Marino
21-27 Novembre 2020 Shanghai International Experimental Theatre Festival
24-29 Novembre 2020 FAKI Festival of Alternative Theatrical Expression Croatia


Produzione: Bradipoteatar

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    La Compagnia Teatrale Bradipoteatar si concentra su un teatro di ricerca e di sperimentazione, non dimenticando approcci più leggeri, filtrando attraverso un punto di vista grottesco, la complessità dei testi, un'attenta ricerca espressiva attoriale e un approccio registico che miri ad integrare studio rigoroso e sentimenti. Particolare attenzione viene dedicata allo studio e all'uso della musica, che diventa protagonista aggiunta alle rappresentazioni. La Compagnia Teatrale Bradipoteatar si è formata nel 1997. Ha rappresentato spettacoli in diversi festival internazionali, in Turchia, Polonia, Serbia, Croazia, Grecia, Armenia e Romania. Il bradipo vede il mondo alla rovescia, infatti rimane sempre sospeso ai rami con il dorso rivolto verso il basso.