Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Trapana-Terra

Dino Lopardo
Regia: Lopardo/Russo
Drammaturgia: Dino Lopardo
Attori: Dino Lopardo Mario Russo
Trailer: Link
Anno: 2019
La compagnia TRAPANATERRA nasce dall’incontro di due artisti: Dino e Mario. Entrambi hanno frequentato l’accademia d’Arte Drammatica. Dopo gli studi accademici Mario si specializza come compositore e polistrumentista presso il conservatorio Santa Cecilia di Roma mentre Dino si specializza in drammaturgia presso l’Accademia Nazionale d’Arte drammatica Silvio d’Amico.
Come primo progetto teatrale Dino avvia una lunga ricerca sul tema delle radici, questione meridionale e petrolio in Basilicata; nasce così TRAPANATERRA che li porterà a debuttare al Teatro Cantiere Florida di Firenze dopo essere stati selezionati dal Bando Cu.ra.
Con lo stesso progetto vincono il bando Zenith di Perugia.
Il lavoro di produzione continua sul secondo progetto: ATTESA, scritto da Dino Lopardo premiato al Fringe festival di Roma e miglior drammaturgia al festival INdivenire di Roma.
Il terzo lavoro ION vince come miglior progetto teatrale al festival INdivenire 2019.
Alla base del loro lavoro di ricerca su temi contemporanei l’obiettivo è quello di una realizzazione scenica inusuale e contaminata dalle varie forme di espressione artistica quali musica eseguita dal vivo e teatro di figura supportati dall'utilizzo e ricerca su fonti di illuminotecnica cinematografica.

Generi: Teatroragazzi (12-18), Prosa, Figura, Performance, Installazione, Altro

Tags: TRAPANATERRA

Altri crediti: Giovanni Granatina

Produzione: Autoproduzione

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Si forma come attore nel 2013 presso l'Accademia d’Arte Drammatica di Roma. Contemporaneamente si laurea con una tesi sul radiodramma ed Eduardo De Filippo in televisione. Nel 2015 si specializza in sceneggiatura televisiva/cinematografica e drammaturgia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico. Successivamente, nel 2017 frequenta il corso di alta formazione "Casa degli Artisti" presso il Teatro due di Parma, collaborando all’adattamento dell’Alcesti scrivendone i testi sulle tre moire. Autore dei brani dello spettacolo The Beggar’s Opera andato in scena al Teatro Due di Parma.
Lavora con Olli HAUENSTAIN; Krzysztof GEDROYC; Lello ARENA; Sergio RUBINI; Carlo BOSO; Emmanuel GALLOT-LA VALLEE’; Andrea PANGALLO; Francesco SAPONARO; Michele MONETTA; G. Luigi GHERZI; Elisabetta POZZI; Michela LUCENTI.
La formazione come autore/attore e regista lo porta nel 2021 a seguire un percorso professionalizzante presso l'ERT Emilia Romagna Teatro sulle "Nuove Scritture" lavorando con Stefan Kaegi, Rimini Protokoll (Drammaturgia teatrale per il digitale); Teatro dei Venti; Mauro Salvador; Fabrizio Sinisi; La casa di Argilla; Roberto Paci Dalò.
Come autore scrive l’atto unico Trapanaterra vincitore del bando cura 2017 e ATTESA miglior drammaturgia al festival Indivenire 2018 di Roma. Successivamente ne cura la messa in scena e vince come miglior regia al Roma Fringe Festival 2018. Scrive la sceneggiatura per lungometraggio Batacatash in concorso al premio SIAE. Nel 2019 Vince il premio miglior spettacolo con l'atto unico "ION" al festival Nazionale INdivenire di Roma. Successivamente la drammaturgia di ION viene selezionata arrivando in finale al premio Carlo Annoni al Piccolo Teatro di Milano.
Come autore e regista cinematografico realizza: "NessunoEscluso" promosso da Amnesty International; "Partecipare" per RAI Channel e "Vecchio" con la partecipazione di Leo Gullotta.