Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

CENTO LIRE - Storia di un viaggio

TradirEfare Teatro (Ass. Cult.)
Regia: Federico Moschetti
Drammaturgia: Irene Scialanca
Attori: Federico Moschetti - Irene Scialanca
Trailer: Link
Anno: 2019

Pulcinella: una delle maschere più famose della storia del teatro, ancora oggi simbolo dell’Italia in tutto il mondo, dalle cui radici hanno preso forma molti altri personaggi, in molti diversi Paesi. Da Polichinelle a Mr. Punch, da Punchiello a Karagiozis, la nostra maschera si è fatta emigrante, come i comici che vestivano i suoi panni, come i lavoratori suoi paesani che scapperanno dalla fame qualche secolo dopo. Pulcinella ha cambiato abiti, lingua, mestiere, perfino il suo carattere, per essere accettato e per sopravvivere in terre straniere, in cui spesso venire accolti è un’impresa impossibile.
Come tutti quelli che fuggono dalle guerre e dagli orrori dei propri paesi oggi, cercando rifugio proprio qui, nel Paese di Pulcinella.
Attraverso un viaggio di maschere, musica, narrazione e teatro di figura, seguiremo le tracce di un migrante particolare, Pulcinella Cetrulo, come sempre alla ricerca di un modo per mangiare. Questa volta, il suo viaggio lo porterà molto lontano dalla sua terra, in luoghi stranieri e sconosciuti, dove,
storicamente, la maschera di Pulcinella è realmente approdata, nel corso dei secoli, trasformandosi in personaggi del folklore e del teatro locali, a volte lasciando poche, deboli tracce, altre volte imponendosi nella tradizione.
Un viaggio sospeso fra la scoperta delle tradizioni di altri luoghi e l’eredità di una maschera eterna, con la stessa sorpresa negli occhi di chi viaggia per la propria vita.

Altri crediti: Maschera: Giulia Falchi; Costumi: Maria Pia Daidone

Produzione: Ass. Cult. TradirEfare Teatro

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    Area scenica di almeno 4m x 3m; attacco elettrico sul retro.

    Impianto luci
    piazzato semplice frontale (1 o 2 fari); allaccio elettrico semplice sul retropalco.

    Impianto audio
    impianto semplice per riproduzione tracce audio da attacco jack o minijack 3,5 mm

    Tempo montaggio
    30 minuti

    Referente tecnico
    Federico Moschetti - federico.moschetti@gmail.com - 3207285420
    TradirEfare Teatro nasce a Roma nel 2014, dal confluire di diverse esperienze in un lavoro comune sulla Commedia dell’Arte. Caratteristica principale della compagnia è proprio la diversità di approccio al genere Commedia, messo in campo dai suoi attori, ognuno dei quali apporta una visione e una sfumatura leggermente differente al lavoro complessivo, rendendo un quadro vivido dei diversi stili di lavoro possibili sulla Commedia dell’Arte. La compagnia ha prodotto finora gli spettacoli “La legge dei denari - ovvero la tragicommedia del mercante di Venezia” (2015); “Scapin. Il servo nuovo” (2016); “Con permesso, Don Raffaè”, liberamente ispirato a Don Raffaè, di Fabrizio de Andrè (2017); "Il fantastico racconto", ispirato a Tommaso Landolfi (2018).
    Gli attori che compongono la compagnia hanno alle spalle diverse esperienze teatrali e operano da molti anni nel settore, provenendo da diverse realtà professionali e istituzionali (Teatro Ygramul, Teatro Verde, Ludika 1243, ex- ETI, Università Sapienza di Roma, Università Tor Vergata, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico; per ogni dettaglio consultare i curricula artistici allegati).
    La compagnia fa parte fin dalla sua nascita della rete organizzatrice di Come d’Arte - Festival internazionale di Commedia dell’Arte (http://www.comedarte.it), e collabora artisticamente da molti anni con il festival Ludika 1243 (www.ludika.it).