Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

LILA IL GIOCO DI DIO

officinaLS
Regia: Giuseppe Li Santi
Drammaturgia: Giuseppe Li Santi
Attori: Giuseppe Li Santi
Trailer: Link
Anno: 2019

Un corpo che, sia pur apparentemente nella sua forma materiale, è in grado di esprimere poesia, musica, danza, pensieri, è la chiave per accedere al “gioco di Dio” nel quale il Creatore si intrattiene, portando in essere tutto l’universo attraverso nascita e morte; un gioco ininterrotto, che il Creatore porta avanti pur senza essere coinvolto come se Egli generasse l’universo sensibile pensando.
Uno spettacolo in cui il protagonista si muove tra riflessioni, danza e video al fine di creare uno spazio scenico fatto di immagini, simbolo della vita stessa.
Nella tradizione del Vedanta, non si è trovata migliore parola di “gioco” per definire questa apparizione di immagini che costituisce il nostro mondo.
Quale luogo migliore se non quello teatrale per esprimere il gioco che ci vede interpreti e spettatori perché questa in fondo …. è solo una vita ….


Produzione: OfficinaLS

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    spazio teatrale

    Impianto luci
    a cura dell'ente organizzatore e perciò adattabile con le disponibilità del teatro

    Impianto audio
    in dotazione teatro dell'ente organizzatore

    Tempo montaggio
    montaggio h 2 (escluso piazzamento luci)
    smontaggio h. 1.

    Referente tecnico
    Giuseppe Li Santi
    Profilo associazione

    OfficinaLS è nata nel 2002 ad Asti da un’esperienza di laboratorio confluita poi in un progetto creativo mirato alla ricerca su concetti, intuizioni, percezioni, temi sociali e di costume, sempre attraverso un’idea di officina interdisciplinare che diventa gestualità, movimento, parola, improvvisazione. Le diverse azioni si esplicano mediante l’allestimento di spettacoli, seminari, attività di produzione e formazione per ragazzi ed adulti, grazie alla collaborazione con artisti, associazioni, enti ed istituzioni. L’attività artistica privilegia anche l’impiego delle arti visive, delle nuove tecnologie e delle relazioni fra sonorità e interpretazione quali strumenti di impatto comunicativo e formativo.

    Giuseppe Li Santi
    Inizialmente frequenta studi presso il Centro Jazz di Torino e collabora in diversi progetti musicali in qualità di bassista per poi approdare al teatro attraverso esperienze di psico-teatro, proseguendo poi con studi presso diversi centri di formazione teatrale.
    L’incontro con la gestualità e l’espressione corporea apre le porte ad un crescente interesse per un teatro di carattere fisico e la danza, approfondendo la danza contact, l’ improvvisazione, il Body mind centering, ,il movimento Laban, il Feldenkrais, le danze sacre, con diversi maestri tra i quali Paola Bianchi e Paola Chiama (teatro fisico), Simone Sandroni, Inaki Azpillaga danzatore e coreografo di Wim Vanderkeybus – Ultima Vez - Andrew Harwood, Gabriela Morales, Ray Chung, Jess Curtis, Daniel Lepkoff, Patricia Kuypers, Javier Cura, Nancy Stark Smith, K.J.Holmes, Urs Stauffer ( contact improvisation).