Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Senza Glutine

Coop Argot arl
Regia: Giuseppe Tantillo e Daniele Muratore
Drammaturgia: Giuseppe Tantillo
Attori: Giuseppe Tantillo Valentina Carli Vincenzo De Michele Orsetta De Rossi
Anno: 2017

Senza glutine è una commedia a tratti amara che intreccia, in modo nuovo, le nostre ossessioni per cibo, amore e malattie. È la storia di Fran e Lisa che hanno trent’anni e stanno insieme da cinque; e di Paolo e Felicia che di anni ne hanno cinquanta e stanno insieme da quindici. È la storia di due coppie, forse di quattro. Sono tutti amici, sono tutti amanti. Parlano e sono spesso soli. Si amano, si lasciano e, nel frattempo, ne ridono anche perché scoprono che non è stato poi tutto così brutto.
D’altronde, come dirà Fran “anche le cose belle sono un po’ disgustose e bisognerebbe parlarne di più”.

La prima volta che mi sono innamorato avevo nove anni. Era il 10 Maggio ed erano le sette di sera. E lo ricordo bene perché un’ora dopo saltai la cena per la prima volta nella mia vita a causa di un’improvvisa colica addominale. Da allora fino al compimento dei trent’anni mi sono innamorato altre otto volte. E a ogni innamoramento è seguito un disturbo di natura gastrointestinale. Ho sempre letto che il mondo è diviso tra chi ama col cuore e chi con la testa. Io, invece, amo con lo
stomaco e l’intestino. E vi assicuro che le conseguenze sono meno romantiche. La verità è che mi riesce difficile scindere il concetto di amore da quello di digestione.
Li considero affini. Il dizionario Garzanti definisce la digestione “l’insieme dei processi che rendono gli alimenti assorbibili e assimilabili all’organismo”. Se sostituiamo agli “alimenti” le “emozioni” non otteniamo forse una meravigliosa definizione diamore?
Giuseppe Tantillo

Altri crediti: scenografia Francesco Ghisu
costumi Alessandro Lai
disegno luci Daria Grispino

Produzione: Argot Produzioni

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Spazio scenico
Palcoscenico:
Larghezza min 7 m
Profondità min 5 m
Altezza min 3 m
Quintatura nera

Impianto luci
12 PC 1000W
4 domino
2 sagomatori
4 lucciole/minipar/F1
4 PAR CP61
1 videoproiettore + PC

Impianto audio
1 lettore CD
1 mixer
2 casse

Tempo montaggio
4 ore montaggio
2 ore smontaggio

Referente tecnico
Manuel Molinu
tel. 347 5449693
mail. manuelmolinu@libero.it
Da sempre Argot è una struttura di produzione teatrale che si occupa prevalentemente di drammaturgia contemporanea, dedicando un rilievo specifico agli autori italiani e a progetti che operano sull’integrazione dei linguaggi, al fine di contribuire al rinnovamento della scena teatrale: perché occuparsi del contemporaneo, di un teatro del tempo presente, significa conoscere in profondità il nostro essere uomini di questo tempo, capirne i conflitti, riflettere sulle tensioni espresse sulla società, porsi domande. Oggi Argot Produzioni torna ad affiancarsi al suo percorso originale, votato alla promozione dei più interessanti autori nazionali e ai nuovi linguaggi.