Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

TOPOLINO

Teatro Medico ipnotico
Regia: TEATRO MEDICO IPNOTICO
Drammaturgia: TEATRO MEDICO IPNOTICO
Attori: BURATTINAIO :PATRIZIO DALL'ARGINE ASSISTENTE: VERONICA AMBROSINI
Anno: 2016
Il capocomico di una compagnia di burattini è sul punto di chiudere la baracca. La fortuna ha smesso di sorridergli e il successo continua a voltargli le spalle. Decide perciò di diventare capitalista.Non sapendo da che parte iniziare chiede aiuto, e in baracca si materializza il pupazzo di Topolino. Il celebre personaggio gli dà tutti gli ingredienti necessari per la ricetta del successo. Le cose prendono però da subito un’altra piega e così anziché raccontare una favola i burattini portano in scena la realtà con la loro consueta cifra stilistica grottesca.

Produzione: TEATRO MEDICO IPNOTICO

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

TEATRO MEDICO IPNOTICO
Patrizio Dall’Argine si forma teatralmente al Teatro delle Briciole di Parma a partire dal 1990, dove lavora professionalmente come scenografo, attore, autore e regista. Terminata questa esperienza nel 2001 è tra i fondatori della compagnia Cà luogo d’arte con la quale inizia ad approfondire il linguaggio del Teatro dei Burattini. Nel 2007 termina l’attività con questa compagnia e inizia un percorso solitario che lo porterà a fondare nel 2009 il Teatro Medico Ipnotico. Al centro di questa esperienza sta il Burattino. Questo attore di legno dialoga e si confronta, si contamina e si riflette nelle altre Arti: pittura, cinema, cinema di animazione, musica classica, fotografia, intessendo canovacci drammaturgici originali che hanno come fine l’incontro con gli spettatori. Le produzioni si dividono in quelle per un pubblico di tutte le età e in altre rivolte ad un pubblico adulto. La ricerca estetica parte sempre dal Burattino che si muove nel suo spazio autonomo e trasportabile, un teatro in scala chiamato “baracca”. Nella baracca medico-ipnotica il rapporto figura-fondo oltre ad essere progettato con canoni decorativi è spesso motivo di una ricerca estetica che tende a far diventare il fondo, i dettagli e “l’atmosfera” i veri protagonisti della scena. Questo attraverso l’uso delle luci e del suono, ma anche del buio e del silenzio. L’immagine, il fantasma, che rappresenta la compagnia infatti è il volto di una ragazza con gli occhi chiusi e un mezzo sorriso. E’ la maschera funebre ( la persona) di una ragazza annegata, nota come La Sconosciuta della Senna . Nella drammaturgia degli spettacoli si ricercano le affinità che il burattino ha con la bambola, con la statua inanimata, l’automa, l’ombra, il personaggio, il monumento, ma anche con il giocattolo.

LA COMPAGNIA
Il Teatro Medico Ipnotico è una compagnia di Teatro d’arte Burattini a base famigliare. Patrizio Dall’Argine si occupa dei soggetti, dei testi, dell’intaglio delle teste e della pittura delle scene. Veronica Ambrosini si occupa dell’ideazione e della confezione dei costumi dei burattini, della costruzione di pupazzi, dell’amministrazione del sito web e dell’organizzazione. Le figlie Virginia e Thea collaborano in diversi spettacoli come assistenti di baracca. La compagnia ha attualmente in repertorio dodici titoli.

SPETTACOLI PRODOTTI
2009: - “Il Florindo innamorato”
2010: - “Fantasmagoria”
2011: - “Parigi, l’ultimo inverno di Modigliani”- “Guadagnini non ripete”
2012: - “Le Stagioni di Sandrone:” Racconto d’inverno”, “Racconto di Primavera”, “Racconto d’Estate”,
“Racconto d’Autunno”- “Polvere d’argento”
2013: - “Verdi!” – “Leonce und Lena”, adattamento per burattini della commedia di Georg Buchner
2014: - “Black Varietà”
2015: - “Sandrone Reduce” – “Il Cappello a Cilindro”
2016: - “Pierino e il Lupo” - “ Topolino” - “Werther” – “Il Piccolo Verdi”
2017: - “In viaggio con Sgorghiguelo” – “La Sconosciuta della Senna”