Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Scapin. Il servo nuovo

TradirEfare Teatro (Ass. Cult.)
Regia: Federico Moschetti
Drammaturgia: Federico Moschetti - Irene Scialanca
Attori: Valentina Conti Alberto Falcioni Simone Fraschetti Federica Guzzon Federico Moschetti Irene Scialanca
Trailer: Link
Anno: 2016
Intrecci d'amore, colpi di scena, equivoci e lazzi: la più tradizionale delle cornici di Molière, per il più originale e innovativo dei suoi personaggi.
Il furbo Scapino è il prototipo di una nuova "maschera" nella storia della Commedia, il cui successo futuro sarà enorme, attraverso le sue molteplici incarnazioni. Un modello di personaggio non solo per il teatro, ma per la letteratura e la cultura in genere.
Una commedia fra le più classiche, che come poche altre apre ad una sensibilità fresca, nuova, moderna; la cornice perfetta in cui si muove uno dei personaggi più dirompenti della storia del teatro, che proprio nel confronto con il passato della Commedia trova il suo risultato più efficace ed esplosivo.
La forza della Commedia, come sempre, è quella di far riflettere il pubblico su questioni eterne, attraverso la riproposizione di modelli talmente universali da diventare senza tempo; la dialettica fra amore e denaro, padrone e servo, e l'astuzia che permette di scavalcare le "classi" sociali e farsi strada verso un futuro diverso, migliore, sono alla radice di questa rielaborazione della storia di Scapino: un "servo nuovo", che esce dagli schemi precedenti, creando la sintesi di molti personaggi e archetipi futuri del teatro.

Altri crediti: Maschere: Alberto Ferraro
Costumi: Mariapia Daidone

Produzione: TradirEfare Teatro - Teatro Ygramul

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

TradirEfare Teatro nasce a Roma nel 2014, dal confluire di diverse esperienze in un lavoro comune sulla Commedia dell’Arte. Caratteristica principale della compagnia è proprio la diversità di approccio al genere Commedia, messo in campo dai suoi attori, ognuno dei quali apporta una visione e una sfumatura leggermente differente al lavoro complessivo, rendendo un quadro vivido dei diversi stili di lavoro possibili sulla Commedia dell’Arte. La compagnia ha prodotto finora gli spettacoli “La legge dei denari - ovvero la tragicommedia del mercante di Venezia” (2015); “Scapin. Il servo nuovo” (2016); “Con permesso, Don Raffaè”, liberamente ispirato a Don Raffaè, di Fabrizio de Andrè (2017); "Il fantastico racconto", ispirato a Tommaso Landolfi (2018).
Gli attori che compongono la compagnia hanno alle spalle diverse esperienze teatrali e operano da molti anni nel settore, provenendo da diverse realtà professionali e istituzionali (Teatro Ygramul, Teatro Verde, Ludika 1243, ex- ETI, Università Sapienza di Roma, Università Tor Vergata, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico; per ogni dettaglio consultare i curricula artistici allegati).
La compagnia fa parte fin dalla sua nascita della rete organizzatrice di Come d’Arte - Festival internazionale di Commedia dell’Arte (http://www.comedarte.it), e collabora artisticamente da molti anni con il festival Ludika 1243 (www.ludika.it).