Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

IL LUSSO

LeSillabe
Regia: Fabio Castello
Drammaturgia:
Attori: Fabio Castello
Trailer: Link
Anno: 2017
Mi hanno chiesto: cos’è il lusso per te?
La possibilità di prendermi il tempo, ho risposto.

Il tempo per pensare, per riflettere, per meditare, per migliorare.
Grazie alla lettura de “Il Lusso” di Stefano Zecchi, ho dedicato un tempo allo studio del lusso nelle diverse epoche a partire dalla Grecia.
Ho ricercato cos'era per me prendermi il tempo e mi sono avvicinato allo stare, semplicemente, in contatto con la mia essenza.

IL PROGETTO
Il lusso è uno stile di vita e di comportamento che privilegia l'acquisto e/o il consumo di prodotti e oggetti, spesso superflui, destinati ad esempio ad ornare il proprio corpo o la propria abitazione.
Una società moderna, come quella dei nostri tempi, devota all’utile e alla funzionalità, alla praticità e alla quantità, vede la bellezza nell’effimero e il lusso in ciò che è costoso.
Tuttavia la definizione di lusso è complessa come quella che riguarda un valore - il bello, il bene, il vero - non oggettivamente misurabile. Chi davvero si lascia sedurre dal lusso non è preda di un bisogno di esibizione ma, piuttosto, è catturato dal desiderio di naufragare in una bellezza che oltrepassa il gusto soggettivo e possiede una sua universalità, una riconoscibilità sociale.
Ma come si è trasformato il lusso nel tempo? Grazie alla lettura de “Il Lusso” di Stefano Zecchi, ho dedicato un tempo all’evoluzione di questo fenomeno nelle diverse epoche a partire dalla Grecia.
Ad un certo punto mi hanno chiesto: cos’è il lusso per te?
La possibilità di prendermi il tempo, ho risposto.

MOTIVAZIONE DEL PROGETTO
L’uomo ricerca ogni giorno la propria felicità ma ha paura, ha paura di Trump, ha paura dell’Isis, ha paura del Covid.....
L’uomo si è costruito una sorta di abito fatto di superficialità e superfluo che nei secoli lo ha paralizzato e lo paralizza impendendogli di entrare in contatto con la sua essenza, aspettando che qualcuno porti un cambiamento senza mai pensare a iniziare a essere lui il cambiamento.
Io ho indossato un abito, ho fatto un viaggio attraverso il tema del LUSSO e ho provato a cercare la mia essenza che è quella di trovare il tempo. Il tempo per pensare, per riflettere, per meditare, per migliorare, per sorridere, per semplicemente stare.

Altri crediti: Sguardo movimenti scenici: Doriana Crema
Accompagnamento musicale: Paolo De Santis
Costumi: Lucia Giorgio

Produzione: Le Sillabe

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Giorgia Goldini ha trent’anni. Vive a Torino. E’ felice.
E’ un’ attrice comica.
Si scrive da sola gli spettacoli che fa, fa anche spettacoli per bambini.
Ha letto piu di mille libri. E’ alta 1.52, quando cammina per strada parla da sola.
Ha vinto anche dei premi.
Attualmente prosegue la sua ricerca come attrice e come persona in territori sconosciuti che fanno male e paura; si impegna molto.
Una volta al mese pensa di cambiare lavoro. Per il resto tutto bene.
* Curriculum vitae completo, precisissimo correlato di date e nomi, registi e teatri
(contenente anche bugie- e lo specifichiamo per una questione di onestà) é disponibile su richiesta.
LeSillebe è la compagnia di cui fa parte e si occupa di produzione e promozione di eventi artistici.