Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Lei dunque capirà

Daniela Allegra
Regia: Dina D'Isa
Drammaturgia: Claudio Magris
Attori: Daniela Allegra
Anno: 2014

Note di regia:
"Lei dunque capirà" dà voce a una straordinaria figura di donna, vittima e prevaricatrice, in un disincantato e toccante omaggio alla femminilità. Daniela Allegra farà rivivere il passato, il ricordo e la sofferenza della protagonista di fronte al mistero della vita e della morte. E' un amore totale e fallito, un'unione struggente e rifiutata; la donna che parla da un'oscurità misteriosa mostra una forza tenera e spietata nello svelare la grandezza e le meschinità della vita e della morte. Un'acre e dolorosa consapevolezza della passione, delle sue gioie e miserie, la porta – nel ricordo della felicità condivisa, che non vuol distruggere con l'angosciosa conoscenza acquisita – a non incrinare le imperiose sicurezze dell'uomo amato, a rinunciare a lui per proteggerlo, in una stanchezza che nessuno, tranne l'invisibile Presidente, può capire.
Dina D'Isa

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    Qualunque

    Impianto luci
    Piazzato Bianco + led colorati

    Impianto audio
    Base

    Tempo montaggio
    2 ore

    Referente tecnico
    Daniela Allegra
    Daniela Allegra nasce a Milano. Dopo un normale percorso scolastico concluso al liceo classico Manzoni, grazie all'incontro con il teatrodanza di Quellidigrock, si trasferisce a Los Angeles e
    si diploma all'American Academy of Dramatic Arts nel 1995.
    Tornata in Italia viene subito notata da Antonio Salines che la vuole a rappresentare sua moglie in "Provaci ancora Sam" di W. Allen. Nel 2003 la dirigerà con successo anche ne "La voce umana",
    l'affascinante monologo di Jean Cocteau.
    Per diversi anni calca le scene del bel paese collaborando con diverse realtà teatrali e diversi registi: Andrè Ruth Shammah, Valter Manfré e Massimo Belli, solo per citarne alcuni.
    Ha la fortuna di prendere parte a due Festival Shakespeariani di Verona: "Il mercante di Venezia" diretto da Antonio Syxty e "Molto rumore per nulla" con la regia di Armando Pugliese.
    Nel contempo si occupa dell'associazione culturale "le rane tibetane" di cui è presidente, firmando la regia di alcuni eventi commerciali e di spettacoli ("La casa di Bernarda Alba "di F. Garcia Lorca,
    "Breve incontro" di N. Coward, "Iene" di Q. Tarantino).
    Collabora per diversi anni con Striscia la notizia.
    Firma con Franco Oppini "videosipario" in qualità di autrice/conduttrice, un programma su Rai tre di promozione teatrale.
    Prima di diventare mamma di Cecilia e Mirella, è l'insegnante
    di recitazione, ad "Amici di Maria de Filippi".