Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

LA CATASTA

Theama Teatro
Regia: Piergiorgio Piccoli e Anna Zago
Drammaturgia: Piergiorgio Piccoli e Anna Zago
Attori: Anna Zago e Anna Farinello e con Valentina Forcato, Martina Merluzzi, Guido Sciarroni, Tommaso Zorzan e Matteo Zandonà con la partecipazione della performer Valentina Dal Mas
Trailer: Link
Anno: 2016

L’arte è vita, sostengono molti, ma fino a che punto ci si può spingere oltre il buon senso per giustificarne l’esistenza, e la vita stessa può essere immolata sul sacro altare dell’arte? L’opera a cui un gruppo di ragazzi darà forma, passo dopo passo, in questo spettacolo, ha l’intento di respingere fermamente la scelta del compagno di classe che ha deciso di isolarsi e di dichiarare al mondo che tutto è inutile e che nella vita niente ha un senso. Questi giovani vogliono attestare l’esistenza di un reale ed importante significato delle cose che ci circondano. Suddivisa in otto capitoli, come otto stadi progressivi nella creazione artistica, si sviluppa la costruzione di un’opera involontaria denominata, proprio per il suo intento, Catasta del Significato.

In un ideale di teatro in cui convergono musica, drammaturgia, corpo, poesia e scultura e dalla necessità di una sintesi fra le diverse arti performative nasce quindi una storia che indaga il senso dell’esistenza e di ciò a cui gli uomini, nel corso della vita, cercano di dare un valore intrinseco. Questo significato delle cose visto con gli occhi di un gruppo di ragazzi che lottano per difendere un futuro pieno di ideali, si trasformerà nel più sconcertante monumento all’eterna frustrazione dell’uomo davanti ai misteri della vita e della morte. La ricerca esasperata di giovanili valori universali, prodromo di una età adulta ancora più folle, precipiterà verso un assurdo linciaggio mediatico attraversando una catena inarrestabile di paure, speranze, fragilità, crudeltà e fanatismi, dove la follia del branco riuscirà a generare le scelte creative più contraddittorie e perverse che si possano immaginare se non in un racconto dell’orrore.

SINTESI
Fiaba noir pensata per i ragazzi ma che turba e conquista soprattutto gli adulti. Una potente allegoria dell'ostinata, per molti disperata, ricerca del senso dell'esistenza e dei suoi significati soggettivi. Lo spettacolo mette in scena follia e fanatismo, perversione e fragilità, paura e speranza, fratellanza e bullismo, e soprattutto sfida lo spettatore adulto a ritrovare in sé l'innocente crudeltà dell'adolescenza, fatta di assenza di compromessi, coraggio provocatorio e commovente brutalità.

Altri crediti: musiche originaili eseguite dal vivo a cura del duo Sagra delle Cose Strane

Produzione: Theama Teatro

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    Palco 8 x 6 m minimo oscurabile
    altezza scenografia 3,50 m

    Impianto luci
    • 8 proiettori da 1200 w
    • 6 proiettori da 500w
    • 4 barre led
    • Unità dimmer da 12 canali completa di consolle adeguata
    • regia luci 24 canali con memorie posizionata in scena gestita dagli artisti
    • protocollo controllo luci DMX 512

    Impianto audio
    • 3 microfoni (2 direzionali e 1 gelato a filo)
    • Impianto audio per diffusione sala (adeguato al luogo dello spettacolo)
    • Regia di controllo audio in scena gestita dagli artisti
    • Lettore Cd
    • 2 casse monitor per orchestrali

    Tempo montaggio
    montaggio: 4 ore
    smontaggio: 2 ore

    Referente tecnico
    Claudio Scuccato 345/4780618
    L’Associazione “THEAMA TEATRO” nasce nel 2001 dalla collaborazione di operatori dello spettacolo in possesso di competenze teatrali, didattiche, tecniche ed artistiche, che per molti anni si sono occupati di spettacolo dal vivo e formazione. Lo scopo primario dell’Associazione è la valorizzazione e la diffusione dell’arte, dello spettacolo e della cultura, tramite la formazione, le rappresentazioni, le accademie teatrali, la gestione di spazi, gli eventi e i progetti speciali. L’attività di produzione degli spettacoli è invece dedicata al repertorio della nuova drammaturgia (moderna e contemporanea), alle rielaborazioni delle opere classiche, ai testi della tradizione popolare e ai progetti multimediali, con l’obiettivo di coinvolgere e formare anche un pubblico giovane.
    "Theama Teatro", inoltre, organizza e produce eventi spettacolari site specific, volti alla rivalutazione dei luoghi d’interesse storico, architettonico o paesaggistico, realizzati attraverso rappresentazioni teatrali, musicali, poetiche, letterarie o di suoni e luci. Dal 2009 “Theama Teatro” apre alla prosa nazionale con produzioni che sono ospitate nei cartelloni dei maggiori teatri italiani.
    "Theama Teatro" organizza corsi che mirano ad accrescere le conoscenze degli allievi nel campo dell’arte, dello spettacolo, della comunicazione, del lavoro di gruppo e della crescita personale. Questa azione viene svolta anche nelle scuole in collaborazione con le istituzioni didattiche e con la creazione di adeguati osservatori, momenti di confronto e incontri di approfondimento.
    Settore formativo importante è anche quello del “lavoro”, all’interno del quale, utilizzando una particolare metodologia, vengono proposti e realizzati stage di formazione aziendale che si basano sulla metafora, sulla tecnica e sui ruoli teatrali per il conseguimento, da parte dei partecipanti, di una maggiore consapevolezza, una migliore comunicazione, sia in ambito pubblico che in ambito interpersonale.
    Luogo teatrale dove opera Theama Teatro è il TEATRO “SPAZIO BIXIO”, in convenzione con il Comune di Vicenza, un piccolo teatro con le caratteristiche tipiche degli “spazi off” presenti in molte grandi città in Italia e all'estero. Novantanove posti, gradinata comoda e a scomparsa per poter utilizzare lo spazio anche in modo non canonico, tecnicamente attrezzato e comodo da raggiungere. Una sala adatta a spettacoli contemporanei, monologhi, cabaret, letture poetiche, mostre d'arte figurativa, proiezioni, danza, piccoli concerti, conferenze, laboratori, seminari e performance di vario genere. In brevissimo tempo questo teatro è diventato un importante punto di riferimento per un pubblico di tutte le età ed anche per quegli artisti che cercano un luogo dove esprimersi e dare visibilità al loro lavoro. Uno spazio che mette in stretta relazione il pubblico con gli artisti, creando l’habitat giusto per uno scambio di idee e di emozioni; un teatro che diventa una “casa” dove costruire un rapporto reale, affettuoso tra attore e spettatore e dove chi è seduto per assistere diventa egli stesso un protagonista. Un contesto diverso anche per i meeting aziendali della nuova generazione.
    Oltre alla propria casa teatrale del Teatro Spazio Bixio, Theama gestisce il teatro Mattarello di Arzignano, nonché lo spazio performativo AB 23, spazio dedicato all’arte contemporanea.
    Fondatori di "THEAMA TEATRO" sono: Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese, Anna Zago ed Ester Mannato. L'Associazione si avvale inoltre della collaborazione di numerosi esperti formatori, attori, tecnici, organizzatori ed operatori in ambito teatrale.