Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

La Folie

Centopercento Teatro
Regia: Gianluca Alberti
Drammaturgia: Gianluca Alberti (Liberamente tratto da “Delire à deux” di Eugène Ionesco)
Attori: Chiara Cervati e Antonio Panice
Anno: 2015

Marito e moglie, lui e lei, vivono rinchiusi in un appartamento situato al confine tra due quartieri.
Sopravvivono delle loro simulazioni affettive, di giochetti verbali, lanciandosi frecciate farcite di rabbia e sensi di colpa, di nostalgia e ripicche. Nel delirio di coppia si svelano, fino a far emergere emozioni che li paralizzano in una situazione tragicomica, da oramai diciassette anni.
Fuori impazza la guerra, rumori, esplosioni che in realtà sentono soltanto loro, come se la guerra non fosse in altro luogo se non dentro di loro, circoscritta nei confini del loro rapporto. Come se il presente sia da loro eluso, legati indissolubilmente al passato, impauriti dal futuro. Rinchiusi in appiccicosi ego non riescono a percepire altro se non la noia e il conflitto, lasciandosi così sfuggire nuove possibilità date da quello spazio temporale che viene dopo le ostilità, la pace, della quale hanno paura tanto quanto la guerra. Con Jonesco abbiamo voluto esplorare come l’assurdità e l’incoerenza della vita umana sia talvolta, un’espressione drammaturgica privilegiata nel linguaggio che sostituisce l’azione. Una forma teatrale che è, anzitutto, un teatro-testo, dove si mette in evidenza l’incapacità dell’uomo a comunicare, a capirsi e a capire l’altro. Un’incapacità data dalla non consapevolezza dell’essere uomo, animale pensante su questa terra in frantumi.
Noi crediamo in una possibilità di salvezza, per questo facciamo arte, facciamo teatro, scriviamo e rappresentiamo, per indagare ed, insieme al pubblico, cercare uno spiraglio di luce, una direzione per migliorare le cose. Piccoli passi importanti se si crede, come crediamo noi, che tutto sia collegato. “Muovi una piccola energia e muovi il mondo”.

Produzione: Centopercento Teatro

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    7 x 8 metri

    Impianto luci
    3 FARI DA 1000 Watt
    7/8 SPOT DA 500 Watt
    Mixer audio e luci da minimo 6 canali.
    Possibilità di luce a caduta dalla graticcia da comandare manualmente (non necessaria).

    Impianto audio
    casse e cavi per collegare pc o lettore

    Tempo montaggio
    1,5 h

    Referente tecnico
    3471090746 Chiara Cervati
    L'associazione culturale Centopercento Teatro nasce nel 2009 dall'incontro del precedente gruppo teatrale Centopercento e un gruppo di professionisti del teatro provenienti da diverse esperienze in questo ambito e con differenti qualifiche (teatro ragazzi, teatro danza, teatro di ricerca, animazione, teatro di strada).
    Trova poi la propria identità attraverso uno stile comico ed ironico nato dalla passione e dallo studio sul clown.
    L'Associazione ha come obiettivo la produzione di spettacoli dedicati ad un pubblico
    il più vasto possibile, in cui spesso si commistionano differenti discipline quali la
    danza, i tessuti aerei, il canto e la conduzione di laboratori teatrali per bambini e
    adulti e corsi di tessuti aerei.
    Partecipa e viene selezionata con i suoi spettacoli a diversi concorsi teatrali:
    Premio Lidia Petroni
    Premio Pancirolli
    Cinque compagnie in Scena al Santa Chiara
    Fin dal 2009 l'Centopercento Teatroha attivato, all'interno della propria sede, corsi di teatro per tutte le fasce di età e dallo stesso anno è stata la prima realtà breasciana a sperimentare e diffondere la disciplina circense dei Tessuti aerei