Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

LA STESSA LUNA

giovannini campanoni
Regia: giovannini e campanoni
Drammaturgia: giovannini campanoni
Attori: Erica Giovannini Francesco Campanoni
Trailer: Link
Anno: 2016

Spettacolo liberamente tratto dal libro di Julie Otsuka “Quando l'imperatore era un dio”.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, gli emigrati giapponesi negli Stati Uniti vennero considerati nemici in patria. Le famiglie vennero smistate: gli uomini vennero mandati in campi di rieducazione, situati nel deserto, e così anche le donne e i bambini, ma in luoghi diversi da dove erano stati mandati i padri.

Nel 1942 due fratellini, cittadini americani di origine giapponese, costretti a lasciare la propria casa, percorrono, insieme alla madre, luoghi e stagioni diverse, attraversano gli Stati Uniti in un lungo viaggio in treno, fino a giungere alla baracca nel campo dove sono stati indirizzati, nel deserto dello Utah. Poi da lì torneranno a casa, e si ricongiungeranno col padre, in un tempo confuso tra realtà, ricordo, sogno.

Altri crediti: teatro Ringhiera Milano

Produzione: giovannini campanoni

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    m.6 x m.5

    Impianto luci
    6/8 fari 1000w

    Impianto audio
    allaccio computer

    Tempo montaggio
    2 ore prima , 1 ora dopo

    Referente tecnico
    Marco 3292332601
    Dal 1980 Francesco Campanoni si avvicina al Teatro partecipando a diversi corsi di formazione dell'attore.
    Oggi, parallelamente all'attività di incisore e scultore, allestisce spettacoli teatrali di cui firma regia, scenografie e testi.

    - Corso di "mimo" dal 1980 al 1981
    - Corso sul "clown" dal 1981 al 1982
    - Nel 1983 corso di formazione dell'attore tenuto da C.Monroy
    - Nel 1985 nasce il gruppo di ricerca teatrale "Majastra Teatro laboratorio”
    - Nel 1989 stage sull'attore comico tenuto da Yves Lebreton
    - Nel 1993 stage di acrobazia e giocoleria (Teatro Dimitri-Verscio-CH)
    E.Giovannini:
    Danzatrice, coreografa, regista e autrice dei propri spettacoli.
    Ha cominciato studiando e lavorando per la compagnia teatrale Quelli di Grock e successivamente si è diplomata in Teatrodanza presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi.
    Ha frequentato per un anno il corso di danza contemporanea presso la Folkwang Hochschule di Essen, diretto dai danzatori di Pina Bausch, seguendo in particolare l’insegnamento della danzatrice tedesca Susanne Linke.
    Da anni conduce una ricerca coreografica che mette in stretto rapporto danza e teatro, danza e racconto, continuando a studiare oltre che tecniche di movimento diverse, anche elementi di drammaturgia, narrazione, recitazione.
    Nel 2002 fonda , insieme alla danzatrice e cantante genovese Eugenia Amisano, il TEATRO EQUILIBRISTA.
    Dal 1999 affianca la ricerca coreografica all'attività didattica , insegnando Teatrodanza , Tai Chi e training fisico.
    Produzioni : “Cassandra”(1993); “Zeljane” (1996 – viaggio in un campo di profughi bosniaci , musica originale di Mauro Buttafava); “Natasha” (2002 – ispirato ai fatti di Mosca del 1993, con la voce di Gyula Molnàr); “Rosso e la valigia”(2004 – breve pezzo danzato con vari oggetti su musica circense); “Il Muro”(2004- regia per la compagnia palestinese Inad, presentato ad Amman e a Berlino ); “Il Calice – Storie da bar” (2007- ispirato a Schweyk nella seconda guerra mondiale, coreografia per 15 attori ) e infine, “ Scritto a matita” ( 2010 – ispirato a Le Notti Bianche di Fëdor Dostoevskij, con la voce di Gyula Molnàr).
    Dal 2010 lavora come Dottor Sogno ( clown dottore ) per la Fondazione Theodora, in diversi reparti pediatrici a Milano , in particolare all'Istituto dei Tumori, all'Ospedale S. Gerardo di Monza, al Centro Neurologico Besta, all'Ospedale Buzzi e all'Ospedale Sacco.