Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Sketches of Freedom

Natiscalzi DT
Regia: Tommaso Monza
Drammaturgia:
Attori: Andrea BaldassarriMarco BissoliLucia PennacchiaTommaso Monza
Anno: 2016


Generi: Danza, Teatro-danza, PerformanceSketches of Freedom è un progetto coreografico che si interroga sul concetto di libertà creativa.
Una coreografia che si apre a quadri e flussi di coscienza sul tema. Una partitura che lascia pochi spazi a libertà individuali e tuttavia mostra possibilità di
apertura verso altri modi di agire.
L'ossessione della partitura aumenta il bisogno di libertà e una riflessione costante sul nostro modo di operare fa da sfondo.
Tuttavia il ritmo, le possibilità che emergono dalla ripetizione, la diversa fisicità degli interpreti aprono le maglie della coreografia stessa e donano momenti di
epifania del singolo.
Sketches of Freedom mischia le carte fra performance e teatro, politica e cultura, ricerca del proprio spazio ed abbandono agli eventi stessi.
La ritualità incalzante forse è l'unica via, che come in un sabbath, lascia la speranza di uscire da noi stessi cercando quel ruolo di “tramite” che l'arte per un
poco ci dona.

Altri crediti: Col sostegno del progetto Anghiari dance hub 2015/2016



del progetto di residenze di 20chivi teatro

del progetto di residenze della rete aretina

Produzione: Compagnia Abbondanza/Bertoni - coprodotto da Kilowatt festival

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Non è stata caricata nessuna recensione

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Natiscalzi Danza Teatro è l'organica risultante dal percorso creativo condiviso tra Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli, una collaborazione iniziata nel 2012 e portata avanti con successo negli anni. La compagnia nasce nell’ottica di ricercare un percorso di sperimentazione e condivisione di linguaggi e istanze creative comuni. Si sviluppa inizialmente come costola della compagnia Abbondanza/Bertoni per affermare poi la propria identità indipendente nel 2016, costituendosi come associazione culturale dopo anni di progetti, produzioni, residenze e tournée.



Le attività di Natiscalzi DT sono sostenute tramite residenze da: Lavanderia a Vapore, Scenario Pubblico/CZD, Scena Nuda, Anghiari Dance Hub, CID Cantieri, Teatri di Vita, Residenze IDRA, Casa del Teatro Faenza | Teatro Due Mondi, Stalker teatro.



NATISCALZI perché rispecchia la nostra identità di persone e artisti: perché ci sia sempre l’impulso a celebrare la vita, anche attraverso l’arte, che ad essa si ispira; per il suono ancestrale che ci ricorda lo stretto legame che manteniamo con la Terra, con il suolo, che ci sostiene e ci accoglie; perché siamo fedeli ad un’idea di corpo organico e sincero; perché oltre a prenderci sul serio possiamo essere capaci di di slanci ironici e visioni oniriche.



DANZA e TEATRO perché le principali arti con cui esprimiamo e traduciamo le nostre visioni artistiche sono la danza – come arte performativa del movimento scelto - e il teatro - come possibilità di dare forma ad immaginari surreali..

*

Ma DT è anche Dance Tribe, perché crediamo nella collaborazione e nello scambio: il nostro progetto di compagnia prevede il coinvolgimento di altre figure ed artisti con background e competenze differenti. Danza, teatro, scultura, pittura, video-art, musica, poesia... NATISCALZI DT sostiene la confluenza di generi e ne diffonde l’importanza.