Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

La nostra maestra è un Troll

Sandro Mabellini
Regia: Sandro Mabellini
Drammaturgia: Dennis Kelly
Attori: Liliana Benini Edoardo Chiabolotti
Anno: 2020
Fascia d’età: 7+

Alice e Teo sono due bambini turbolenti. Inventano una diavoleria dopo l’altra per fare impazzire la loro maestra, che alla fine è costretta a licenziarsi.
Arriva allora a scuola un nuovo direttore: un Troll.
È un direttore spietato: costringe i bambini a lavorare tutto il giorno in una miniera d'oro; non appena un bambino fa una cattiva azione, viene mangiato dal Troll. Alice e Teo cercano allora di ribellarsi, ma nessun adulto sembra prendere sul serio la loro angoscia.

Il testo di Dennis Kelly è una di quelle storie rivolte ai bambini, che cercano di risparmiare loro la cruda realtà senza per questo trarli in inganno.
Se la realtà porta alla finzione, la finzione permette una migliore comprensione della realtà.

Dietro il racconto della scuola, c'è la realtà che incombe: la rappresentazione Trollifica di una dittatura, lo sfruttamento del lavoro minorile, la consapevolezza di cos’è l'ingiustizia, il concetto di capro espiatorio, in particolare la figura del barbaro, nel senso etimologico, che non parla la nostra lingua, che non viene compreso e che viene escluso dalla società.

Il testo non contiene una morale; è piuttosto lo sguardo di due bambini su una realtà complessa.

Dennis Kelly è nato nel 1970 a New Barnet, nel nord di Londra. All'età di 20 anni a preso parte ad una giovane compagnia teatrale, per cui ha iniziato a scrivere. Amante della sperimentazione di varie forme di scrittura teatrale, scrive i suoi testi su temi contemporanei. Incontra rapidamente il successo. Dopo Debris (presentato nel 2003 al Theatre 503 di Londra), ha scritto Osama the Hero (Young Vic Theatre, Londra, 2004), After the End (Bush Theatre / Paines Plough Company, Londra, 2005, in tournée a San Pietroburgo, Mosca e New York), Love and Money (Royal Exchange, Manchester / Young Vic, Londra, 2006), Taking Care of Baby (Birmingham Rep / Hampstead Theatre, Londra, 2007, vincitore del John Whiting Award), DNA (National Theatre Connections Festival, Londra, 2007), Orphans (Traverse Theatre, Edinburgh / Birmingham Rep / Soho Theatre, Londra, 2009), The Gods Weep (Hampstead Theatre / Royal Shakespeare Company, Londra, 2010). Inoltre, ha firmato gli adattamenti per il teatro di The Fourth Gate di Peter Kárpáti, Rose Bernd di Gerhart Hauptmann e più recentemente The Prince of Homburg di Kleist (Donmar Warehouse, Londra, 2010). Per la radio, scrive Colony (BBC Radio 3, 2004) e 12 shares (BBC Radio 4, 2005). Per la televisione, è stato coautore con Sharon Horgan della sceneggiatura della serie Pulling (Silver River / BBC 3, 2006-2009). Di recente, ha firmato il libretto di Matilda, un Musical da Roald Dahl (Royal Shakespeare Company, 2010)

Sandro Mabellini, vive e lavora tra l'Italia e il Belgio. Si diploma come attore alla Scuola di Teatro di Bologna; si perfeziona come regista con Luca Ronconi al Centro Teatrale Santa Cristina e come performer con la Societas di Romeo Castellucci. Si specializza come regista sugli autori contemporanei.

Altri crediti: Traduzione Monica Nappo

Produzione: Fontemaggiore / Accademia Perduta

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Sandro Mabellini vive e lavora tra l'Italia e il Belgio. Si diploma come attore alla Scuola di Teatro di Bologna; si perfeziona come regista con Luca Ronconi al Centro Teatrale Santa Cristina e come performer con la Societas Raffaello Sanzio. Si specializza come regista sugli autori contemporanei, tra cui: Joel Pommerat, Jon Fosse, Davide Carnevali, Martin Crimp, Albert Ostermaier, Patrick Marber. Vince il premio di produzione al Napoli Teatro Festival con Tu (non) sei il tuo lavoro, di Rosella Postorino, e con Casa di bambola di Emanuele Aldrovandi; vince inoltre il premio di produzione al Festival I Teatri del Sacro con Stava la madre di Angela Dematté.