Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Desidera

Il Teatro nel Baule
Regia: Simona Di Maio e Sebastiano Coticelli
Drammaturgia: Simona DI Maio e Sebastiano Coticelli
Attori: Giuseppe Brancaccio, Sebastiano Coticelli, Simona Di Maio, Amalia Ruocco, Dimitri Tetta
Trailer: Link
Anno: 2016
“Aveva l’impressione di aver toccato limbi sconosciuti perché tutto diventava luminoso, le sue mani, i suoi abiti, le ali. Poiché la luce non discendeva dagli astri ma si sprigionava sotto di lui, da quei bianchi cumuli.”
(Antoine Saint-Exupery)

Sidera in latino significa stelle, il De privativo che lo anticipa sta invece a significare una mancanza, una impossibilità, ma allo stesso tempo indica il moto verso quegli astri, verso ciò che è necessario alla vita. Il desiderio è attesa di raggiungere la propria stella, ma è anche scelta; il fuoco del desiderio va nutrito altrimenti nessuna stella brillerà nel firmamento e nessun volo verso un altrove agognato sarà possibile.

Un uomo anziano seduto al tavolo ricorda. Il luogo è quello della memoria, il suo racconto non procede per linee ma per frammenti, rimandi, dissolvenze e immagini. Il desiderio di ritrovare il suo passato, la donna perduta, lo spinge a iniziare una ricerca che, su basi scientifiche, gli consenta di tornare indietro nel tempo e ritrovare il suo mondo perduto.
Ombre e fogli si muovono tra gli oggetti, in mezzo alle cose dimenticate, tra gli incartamenti di motori, il letto bianco e la radio mentre suona un valzer sommesso, come un ricordo portato dal vento e, tra le ceneri del tempo, un aeroplanino di carta vola.

Altri crediti: musiche originali Tommy Grieco

scene Damiano Sanna

costumi Gina Oliva

disegno luci Paco Summonte

foto di scena Diego Bernabei De Nicola

Produzione: Il Teatro nel Baule

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Il Teatro nel Baule nasce cinque anni fa . Fin dal primo anno di lavoro insieme ci siamo posti come obiettivo la creazione di un progetto a lungo termine capace di rendere il teatro luogo di scambio, aperto al confronto e allo studio di diverse forme espressive. Pur avendo una formazione comune in mimo corporeo ognuno di noi ha perseguito una personale ricerca, studiando Commedia dell’arte, clownerie, biomeccanica e teatro- danza. Le competenze diversificate hanno arricchito la compagnia e hanno stimolato la ricerca di una poetica espressiva comune. Ricercare significa per noi ritrovare il senso primo del teatro: “luogo del vivo estrinsecarsi di istanze antropologiche comunque connesse all’urgenza di re-ligare (socio-culturalmente e sacralmente) uomo con uomo”(R.Tessard). Il corpo è il centro della nostra ricerca, il contenitore in cui le emozioni prendono forma divenendo visibili all’esterno; è attraverso il corpo dell’attore che la sua presenza si dilata, irradiando lo spazio scenico. Nei cinque anni di lavoro insieme abbiamo sviluppato un traning fisico e una pedagogia personali, sulla base delle competenze acquisite grazie allo studio delle diverse tecniche teatrali. Il nostro obiettivo è indagare un linguaggio del silenzio e del corpo, un linguaggio poetico in cui l’emozione, tradotta in forma piuttosto che in parola, crei una relazione profonda con chi l’osserva. Attualmente siamo anche impegnati in progetti educativi in differenti scuole sul territorio portando avanti la nostra attività pedagogica per adulti e bambini. Da otto anni abbiamo una scuola di formazione a Napoli con corsi di teatro per bambini e adulti, principianti e avanzati; sviluppiamo parallelamente un percorso di ricerca sulla maschera, sul corpo dell’attore e sulla voce. Ogni mese organizziamo presso la sede incontri-studio di danza, dizione e canto aperti sia ad allievi che ad altri professionisti del settore. Inoltre lavoriamo in diversi Istituti Scolastici e Para Scolastici con progetti pedagogici sulle fiabe.