Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

UN SACCHETTO DI BIGLIE

Bam!Bam! Teatro
Regia: LORENZO BASSOTTO
Drammaturgia: LORENZO BASSOTTO
Attori: LORENZO BASSOTTO ROBERTO MARIA MACCHI
Trailer: Link
Anno: 2015

La vicenda narrata si svolge in Francia, nel periodo della seconda guerra mondiale
durante l’occupazione tedesca. A Parigi, nel quartiere ebraico, vive la famiglia Joffo
composta dai genitori e da quattro figli maschi, due già adulti che aiutano il papà
nella sua attività di parrucchiere e due più piccoli, Maurice e Joseph che frequentano
la stessa scuola. Ed è Joseph, il più piccolo, a raccontare le peripezie compiute dalla
sua famiglia per sfuggire alla Gestapo. Una fuga ininterrotta che accompagna la sua
famiglia dai tempi del nonno, costretto a lasciare la Russia ai tempi dei “pogrom”, le
persecuzioni razziali contro gli ebrei.
Per Joseph tutto inizia quando sua madre è costretta a cucire una stella gialla sui
cappotti dei figli. Appena arrivati a scuola, sia Joseph, sia Maurice vengono presi in
giro dai compagni, ignorati dal maestro e picchiati all’uscita. La sera stessa il padre,
dopo un lungo discorso, avvisa i due ragazzi che è necessario che la famiglia si separi
e che tutti scappino a gruppi di due a due per non dare troppo nell’occhio. Il padre dà
loro una somma di denaro e un indirizzo dove dovranno ritrovarsi. Inizia per Maurice
e Joseph una fuga attraverso la Francia per raggiungere la linea di demarcazione a
sud della nazione, verso Mentone e Nizza, che i due fratelli raggiungeranno correndo
numerosi rischi e pericoli, ma che dovranno poi abbandonare in seguito all’armistizio
firmato dall’Italia. I soldati italiani presenti in questa zona verranno sostituiti dai
soldati tedeschi che arresteranno i due fratelli e li sottoporranno ad estenuanti
interrogatori. Al termine della guerra, la famiglia Joffo riuscirà a ricongiungersi, ma
uno dei suoi membri, finito in mano ai tedeschi, non tornerà mai più.
La drammaturgia dello spettacolo si focalizza sul gioco delle biglie come filo
conduttore della storia, come percorso salvifico per uscire dalla paura e tornare a
vivere. Le biglie del piccolo Joseph sono una sorta di amuleto con il potere di
riportare alla memoria del piccolo protagonista i momenti belli o dolorosi, ma in ogni
caso liberi, vissuti prima della guerra. Un potere immaginario molto potente, il potere
che solamente le cose legate intimamente con il nostro essere, come il gioco possono
scatenare. La fuga dei due protagonisti, nella trasposizione teatrale assume i connotati
di un lungo percorso “nella sabbia”, una gara con le biglie che sembra infinita e senza
vie d’uscita, ma allo stesso tempo ne subirà gli arresti e i colpi secchi di un gioco di
biglie nel cerchio. Le sue regole, i colpi di fortuna e di abilità segneranno ogni
passaggio drammaturgico creando un parallelo tra il gioco e la vita.
Un percorso salvifico, proprio perchè legato all’immaginazione e al potere
insuperabile del gioco di portarci “oltre”.
Lo spettacolo gode del caloroso sostegno dell’autore dell'omonimo romanzo, Joseph
Joffo, che per l’occasione ha rivelato al regista episodi inediti della storia ed ha
assistito al debutto dello spettacolo

Altri crediti: scritto e diretto da Lorenzo Bassotto
con Lorenzo Bassotto e Roberto Maria Macchi
con la partecipazione straordinaria di Giulio Brogi nella voce off di Joseph Joffo e di Joseph Joffo nella versione francese dello spettacolo
maschere di Roberto Maria Macchi
musiche di Olmo Chittò
costumi di Antonia Munaretti
light design e tecnico Claudio Modugno e Matteo Pozzobon
editing audio di Giancarlo Dalla Chiara
organizzazione di Daniele Giovanardi
foto e video di Barbara Rigon

Produzione: BAM!BAM! TEATRO, A.G.A. Associazione Giochi Antichi, Conservatorio F. Dall'Abaco di Verona

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Spazio scenico
• Spazio Scenico 6x6 mt, altezza 4,0 mt
• 6 quinte nere all’italiana e fondale nero
• Una americana per luci frontali e una in proscenio

Impianto luci
• 12 PC 1KW
• 4 Quarze 500W
Ogni elemento illuminante deve essere dotato di ganci, cordino di sicurezza, mascherine per filtri e
bandiere per i PC.
cavi elettrici adeguati allo spazio
Carico Elettrico 15KW
• Canali dimmer 12 Dmx 512

Impianto audio
Impianto audio e cavi adeguato allo spazio
• mixer audio 4 ingressi microfonici + 1 stereo
• lettore cd
• per spazi aperti: 2 microfoni Lavalier

Tempo montaggio
Tempo Montaggio: 3 ore
Tempo Smontaggio: 1 ora

Referente tecnico
Claudio Modugno +39 349 354 2744
BAM!BAM! Teatro è una compagnia di Verona nata nel maggio 2014 per volontà di un gruppo di professionisti dello spettacolo con un percorso artistico e lavorativo comune nel campo del teatro ragazzi e non solo. La progettualità di BAM!BAM! è indirizzata principalmente all’ideazione di progetti teatrali, culturali e artistici dedicati a bambini e ragazzi, al mondo della scuola e alle famiglie. Tutti i soci provengono da esperienze teatrali professionali a livello internazionale e si sono uniti in questa avventura perseguendo comuni intenti riguardo il proprio mestiere. La qualità imprescindibile delle produzioni messe in atto e la necessaria distribuzione e presenza in tutto il territorio nazionale ed interanzionale fanno parte di questi obbiettivi, come il desiderio vitale di diffondere, attraverso il proprio lavoro e la propria sensibilità, l’amore per il teatro e i suoi multi- formi linguaggi. Passando dal teatro ragazzi, rivolto a tutte le fasce d’età, fino al teatro popolare e la Commedia dell’Arte, le nostre professionalità mirano altresì a fare in modo che il pubblico non perda mai l’amore per lo spettacolo dal vivo e alla condivisione di un evento.