Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Corto Circuito

Co.C.I.S. Coordinamento delle Compagnie Irpine di Spettacolo
Regia: Paolo Capozzo
Drammaturgia: Paolo Capozzo
Attori: Elena Spiniello Maurizio Picariello
Trailer: Link
Anno: 2014

CORTO CIRCUITO
scritto e diretto da Paolo Capozzo
con Maurizio Picariello ed Elena Spiniello
coreografie Antonella De Angelis, musiche Pietro Turco
scenografie Antonio Ippolito, regia luci: Gianni Di Nardo, costumi Dina Del Regno


Quella di Angela e Carmine è una vicenda Campana per nostra comodità, ma la loro storia potreb-be vivere sotto altri dialetti e in altri luoghi.
In essa si assommano dolore, sensi di colpa, prostrazione, impotenza, rassegnazione, rabbia di-struttiva; tutte le contraddizioni di una realtà sociale che arranca sotto il peso della disoccupazione e di un’improvvisa e inaspettata indigenza.
La storia è “semplice”: lui, giovane uomo, forte, ottimista, spavaldo, affronta la vita, supera ostacoli; lei, ragazza trasognata, creativa, piena di entusiasmo, alleva speranze.
S’incontrano, s’innamorano, si sposano, hanno due figli (i gemelli) …
Improvvisamente però, la crisi economica esplode nelle esistenze della coppia, violentando il loro progetto di vita, espropriandoli del ruolo e dell’identità, oltre che delle prospettive di sicurezza.
La vita di Angela e Carmine finisce stravolta e la loro quotidianità diventa nel giro di pochi mesi (quelli che raccontiamo) una lotta per la sopravvivenza, “una battaglia continua”, con due figli ancora in fasce e una cassintegrazione di mesi che conduce lui sull’orlo di un esaurimento e lei ad un lavoro sottopagato e frustrante.
La giovane spavalderia giovanile poco alla volta scompare lasciando Carmine zavorrato al suolo, schiacciato dai sensi di colpa, imprigionato tra pensieri di violenta ribellione e reminiscenze di una religiosità infantile ridotta a favoletta per bambini.
Angela si trova così a lottare con le unghie per salvare la propria famiglia, per riappropriarsi della propria vita, per strappare il marito alla follia, prima che compia dell’ultimo irrimediabile gesto.

Brevi Note
Il palcoscenico è utilizzato come luogo “virtuale” e indefinito, dove i personaggi e gli accadimenti che li coinvolgono vivono in sospensione di tempo e di spazio, a tessere una trama destinata a trasmettere segni e sensazioni, ad offrire percezioni, attraverso alcuni passaggi essenziali del percorso interiore dei protagonisti.
In questo contesto, l’implosione del rapporto della coppia è disegnata per frammenti narrativi del “vissuto” intessuti con momenti puramente emozionali, in cui la scelta di usare elementi coreografici in vece delle parole è un tentativo volto a cogliere essenze e profondità più che a verbalizzare “la cronologia degli avvenimenti”.

Produzione: Co.C.I.S. + Teatro 99Posti

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

    Spazio scenico
    circa 6 mt. x 5 mt.

    Impianto luci
    Queste indicazioni sono "approssimative" - nei prossimi giorni saranno aggiornate dal responsabile tecnico della compagnia
    Mixer Luci
    16 Spot
    Gelatine Ocra - Ghiaccio - Blu

    Impianto audio
    Queste indicazioni sono "approssimative" - nei prossimi giorni saranno aggiornate dal responsabile tecnico della compagnia
    Riproduzione suono da PC/Lettore CD-dvd
    Mixer Audio
    Amplificazione in sala

    Tempo montaggio
    Montaggio 3 ore
    Smontaggio 2 ore

    Referente tecnico
    Giovanni Di Nardo 3922994961
    Il Coordinamento delle Compagnie Irpine di Spettacolo - Co.C.I.S.- nasce nel 1996 come “cooperazione di idee e di risorse” ad opera di varie realtà Teatrali e Musicali Irpine operanti sul territorio ed in campo nazionale.
    In questi anni, il Coordinamento
    ha fondato (recuperato, ripulito, arredato ed attrezzato) il Teatro 99POSTI a Mercogliano (AV), che è divenuto ben presto un punto di riferimento nel panorama Teatrale in Campania, tra i più propositivi e attenti al teatro contemporaneo e di innovazione.
    ha censito le compagnie teatrali, amatoriali e non, operanti sul territorio della provincia di Avellino, ha reso viva la struttura e l’ha fatta conoscere in Campania come uno dei luoghi
    ha prodotto spettacoli, organizzato festival, rassegne, laboratori, eventi.
    ha dato via ad una serie di progetti in collaborazione col Comune di Mercogliano e associazioni territoriali, investendo proprie risorse economiche e professionali.