Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

LORO - Storia vera del piu' famoso rapimento alieno in Italia

Maurizio Patella
Regia: Maurizio Patella
Drammaturgia: Maurizio Patella
Attori: Maurizio Patella
Trailer: Link
Anno: 2014
Nel dicembre del 1978 il metronotte genovese Piero Zanfretta, durante un giro di ispezione in alcune ville dell’entroterra ligure, incontra “esseri enormi, alti circa tre metri.” Il caso Zanfretta è un caso di rapimento alieno o abduction.
Siamo abituati a considerare questi fenomeni come pura fantascienza. Ma il caso Zanfretta si differenzia per le innumerevoli testimonianze, i riscontri oggettivi, le prove. Il caso Zanfretta è, innanzitutto, un fatto di cronaca.
Ma appena oltre incombe il grottesco, il ridicolo, la caricatura da film di serie Z: tra inseguimenti nella notte, astronavi e robot camuffati da timidi passanti, ci sono questi alieni goffi, troppo goffi, ci sono loro e un demenziale progetto di colonizzazione terrestre, loro e i genovesi in un incontro impossibile. Sullo sfondo, l’Italia degli anni 70. Ingenua, piena di speranze. Falciata dal brigatismo, dalla lotta armata, dalle bombe.

Altri crediti: di e con Maurizio Patella
collaborazione alla drammaturgia Antonio Paolacci
luci Davide Rigodanza
video Robota

con il sostegno di Kilowatt Festival e Scarlattine Teatro
Menzione speciale "Franco Quadri" al Premio Riccione 2013

un caro ringraziamento a Marco Ferro, Elena Tedde Piras, Claudia Chianucci, Dalia Chianucci, Sandro Santarelli

INFO:
mauriziopatella.blogspot.it
lororapimentoalieno.blogspot.it

Produzione: con il sostegno di Kilowatt Festival e Scarlattine Teatro

Per visualizzare il video integrale devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Per visualizzare la scheda tecnica devi essere registrato come operatore o teatro e aver eseguito l'accesso.

Nel 2001 si diploma attore presso la Civica Scuola d’arte drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Partecipa a vari seminari di teatro con Giorgio Albertazzi, Mamadou Dioume, Roberto Bacci, Jerzy Stuhr, Jean Claude Carrière, Danio Manfredini, Monica Francia, Torgeir Wethal, Roberta Carreri, Sandra Mladenovich, Paola Bea, Maria Consagra, Luca Ronconi.

Nel 2007 frequenta la Masterclass per attori presso il Piccolo Teatro di Milano.

Tra le tante collaborazioni, ha lavorato principalmente con Sipario Toscana, Teatro Gioco Vita di Piacenza e Teatri di Vita di Bologna. Con la regia di Andrea Adriatico si ricordano “Biglietti da camere separate” tratto da Tondelli, “Quai Ouest” di Koltès, e “L’omosessuale o la difficoltà di esprimersi” di Copi. Con “Orgia” di Pasolini è stato più volte candidato per i premi Ubu del teatro come miglior attore under 30.

Ha partecipato a diversi film, tra cui “Come se fosse amore” di Roberto Bruchielli, “Agata e la tempesta” di Silvio Soldini, e nel ruolo di co - protagonista in “All’amore assente” di Andrea Adriatico (selezionato al London Film festival 2007 e premio alla giuria al festival del cinema di Annecy).

Appassionato di scrittura creativa, il suo racconto "Craniata terribile" è vincitore del premio Subway letteratura 2009, venendo pubblicato e distribuito in 4 milioni di copie in tutte le metropolitane d’Italia. Nel 2010, il racconto “Piccola dea con le efelidi” è finalista al premio “Lama e trama”.

Col monologo “Loro” si aggiudica la menzione speciale “Franco Quadri” al premio Riccione per il teatro 2013.