Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Fabio Pisano

Sede: Avellino
Sito internet:
Telefono sede: Informazione riservata agli utenti registrati
Referente: Informazione riservata agli utenti registrati
Telefono referente: Informazione riservata agli utenti registrati
Email referente: Informazione riservata agli utenti registrati

Nasco a Napoli il ventisette settembre del 1986. Mi laureo in scienze biotecnologiche e nel contempo studio drammaturgia con maestri della scena internazionale, tra cui Mark Ravenhill, Martin Crimp, Enzo Moscato, Laura Curino, Davide Carnevali; fertile l'incontro con la nuova scena spagnola e i suoi protagonisti tra cui Ana Fernandez Valbuena, Josè Manuel Mora, e con Esteve Soler. In seguito mi avvicino alla regia grazie alla conoscenza e allo studio con registi quali Lluis Pasqual, Oskaras Korsunovas, Massimiliano Civica. I miei testi sono rappresentati in Italia e all'estero, dal teatro Bellini al Piccolo Teatro Grassi di Milano. Vinco diversi premi, tra cui il prestigioso premio Hystrio, il Premio Salvatore Quasimodo, il Premio Fersen che gli mi p valso la pubblicazione del testo "Una Storia di Impossibilità", l'Italian & American Playwrights Project/3rd edition; esploro la scrittura per il cinema, da soggettista e sceneggiatore del corto “Le (S)confessioni”, che riceve diversi riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui la “Honorable Mention For Best Original Story” al festival Internazionale ISA – Indipendent Shorts Awards di Los Angeles; da soggettista del lungometraggio “Celeste”, raggiungo la finale del Premio Solinas 2021.