Cookie
Questo sito si serve dei cookie di Google per le statistiche anonime e di quelli Youtube e Vimeo per la visualizzazione dei video. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.
Chiudendo questo box ne accetti l'utilizzo.

Prosa - Performance - Musica

OPERA PANICA
RI- Stagione 2021 Teatro di Anghiari

Acquistabile | venerdì 14 maggio 2021 ore 21:30

di: Teatro Franco Parenti
organizzato da: Associazione Culturale Teatro Stabile di Anghiari
attori: Valentina Picello, Francesco Brandi, Loris Fabiani, Francesco Sferrazza Papa e con i DUPERDU (Marta Maria Marangoni e Fabio Wolf, autori e interpreti delle canzoni)

Descrizione:

Il lavoro nella sua nuova versione digitale sarà un’anteprima italiana. Il talentuoso regista Cherstich costruisce una scatola scenica di fantasiosa eleganza estetica, dove il necessario distanziam...

res/img/anteprima.png

Nome: Associazione Culturale Teatro Stabile di Anghiari

Indirizzo: Via Bozia 3 - 52031 Anghiari (AR)

L’Associazione Culturale Compagnia del Teatro di Anghiari è attiva nella gestione del Teatro Comunale dei Ricomposti dal 1996.
Nello storico teatro trovano spazio stagioni e rassegne teatrali da sempre trasversali ai linguaggi contemporanei; è organizzatrice di 24 stagioni Teatrali, di 18 rassegne di musica e 12 stagioni di Teatro ragazzi. Responsabile artistica dell'evento Tovaglia a Quadri, che si tiene ad Anghiari dal 1996, la Compagnia ha prodotto e coprodotto spettacoli professionisti fra i quali Opera Comique, Jean Claude Carrière, Banda Osiris, Matteo Caccia, Isabel Moes, Compagnia R/V, Francesca Ritrovato, Alfonso Santagata. Il teatro è sede di Anghiari Dance Hub e di produzioni audiovisive e cinematografiche (12 fra documentari e cortometraggi). Dall'anno del suo insediamento ufficiale ospita in brevi residenze di max 10 gg, con debutto in stagione, artisti di teatro, cinema, musica e danza.
Attiva nel settore della formazione teatrale del pubblico e delle scuole di ogni ordine e grado, la Compagnia ha tenuto oltre 100 laboratori e corsi legati al teatro, allo storytelling e ai linguaggi audiovisivi, molti dei quali premiati a livello regionale e nazionale. Responsabili della divulgazione dei percorsi di formazione autobiografica (ricordiamo che Anghiari è la Città dell’Autobiografia e che il Teatro è partner e co-organizzatore del Festival Nazionale dell'Autobiografia), la Compagnia partecipa a numerosi progetti di formazione nazionali ed europei legati alle tematiche dello storytelling come sistema narrativo dei popoli europei. Nel febbraio del 2016, la Commissione Cultura del Parlamento Europeo ha premiato il Progetto “The Stranger” come “success story”. Dal settembre 2016 il Teatro di Anghiari è partner ufficiale dell'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano.
Attualmente le attività del teatro sono orientate a rimodulare e indagare possibili e nuovi linguaggi; radio, opere sonore, opere video e tempo dedicato alla ricerca.

Titolo: OPERA PANICA
RI- Stagione 2021 Teatro di Anghiari

Di: Teatro Franco Parenti

Regia: Fabio Cherstich

Drammaturgia: Alejandro Jodorowsky

Attori: Valentina Picello, Francesco Brandi, Loris Fabiani, Francesco Sferrazza Papa
e con i DUPERDU (Marta Maria Marangoni e Fabio Wolf, autori e interpreti delle canzoni)

Genere: Prosa - Performance - Musica

Scheda artistica: Lo spettacolo è pensato come un pastiche indisciplinato e visionario, un cabaret tragicomico come la nostra esistenza. Sul palco si alternano una selezione delle 26 mini-pièce che compongono il testo originale con songs philosophique dal sapore brechtiano, piccoli balletti e alcune video-pantomime. Quattro attori interpretano i tanti personaggi protagonisti del testo, accompagnati dalla musica composta ad hoc ed eseguita dal vivo dal duo di musicisti milanesi Duperdu’. Durante la preparazione dello spettacolo ho incontrato Jodorowsky a Parigi per parlare con lui del testo e mi è rimasta impressa una frase che mi ha detto citando il suo manifesto per un teatro panico “ I romani dicevano “Io” indicandosi la pancia. Per loro il cervello era solo un congelatore delle idee che nascono calde all’altezza dell’ombelico. Il teatro si esprime con l’inconscio. Bisogna permettere ad esso di fluire in scena con la stessa libertà con cui sgorgano i sogni.

È un testo che ho conservato gelosamente dentro a un cassetto come un sogno da molti anni, da quando ho incontrato Antonio Bertoli, amico e traduttore di Jodorowsky che mi ha regalato la versione ciclostilata del testo dicendomi: “una volta letto non potrai più farne a meno”. Aveva ragione. A distanza di 16 anni da quell’incontro lo metterò finalmente in scena.

Fabio Cherstich

Altri crediti: assistente alla regia Beatrice Cazzaro
direttore di scena Riccardo Scanarotti
elettricista/fonico Matteo Simonetta
sarta Paola Landini
scene costruite presso il laboratorio del Teatro Franco Parenti
costumi realizzati presso la sartoria del Teatro Franco Parenti diretta da Simona Dondoni

Spettacolo vincitore NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo – Edizione 2016/2017

Il lavoro nella sua nuova versione digitale sarà un’anteprima italiana. Il talentuoso regista Cherstich costruisce una scatola scenica di fantasiosa eleganza estetica, dove il necessario distanziamento tra gli attori amplifica il paradosso di un’umanità incastrata nella sua stessa esistenza.
Sul palco si alternano una selezione delle 26 mini-pièce che compongono il testo originale con canzoni dal sapore brechtiano, piccoli balletti e alcune video-pantomime. Quattro attori interpretano i tanti personaggi protagonisti del testo, accompagnati dalla musica composta ad hoc ed eseguita dal vivo dal duo di musicisti milanesi Duperdu’.

+ 15 per dare un senso alle mutazioni genetiche obbligate dai tempi e per rafforzare l'identità di Anghiari e del suo Teatro come luoghi di autobiografie e di storie, abbiamo coinvolto tutti gli autori, registi e case editrici dei testi, in una conversazione autobiografica che precede lo spettacolo: 15 minuti dove si racconta la vita degli autori, attori, scrittori o registi e in qualche modo la loro connessione con l'opera scenica. Per Opera Panica si racconterà Fabio Cherstich, affermato regista di Teatro e di Opera che ha origini anghiaresi. Il nonno viveva nella casa di fronte al teatro, la sua storia si incrocia con quella dell'opera che porta in scena. Un breve format che metta al centro la storia delle persone che hanno creato il prodotto d'arte scenica. Una ouverture che scaldi la freddezza digitale.

Documenti scaricabili:

Benvenuto! Prima di entrare e goderti lo stream dai un’occhiata qua:

CONSIGLI TECNICI
Ti consigliamo di collegarti con un pc o una smart-tv utilizzando come browser CHROME o FIREFOX.
Un po’ prima dell’inizio dell’evento (di norma 20-30 minuti) sarà possibile entrare nella pagina dove si svolgerà lo stream. Per farlo dovrai inserire il codice attivazione ricevuto via email nell’apposito campo o, in caso di evento ad ingresso libero, clicca sul pulsante giallo!

CHAT
Appena entrato attiva la chat cliccando sul pulsante in basso a destra. Potrai dialogare con l’organizzatore dell’evento, la compagnia e gli altri utenti collegati.

ASSISTENZA
Qualcosa non va? Contatta l’assistenza tecnica di Sonar usando la chat oppure mandando un messaggio whatsapp al numero 351.9714272.